Dopo gli scioccanti avvenimenti della notte del 31 dicembre nella città tedesca di Colonia, ora si cerca di fare chiarezza sulle dinamiche di quello che è stato definito ‘’un maxi assalto a sfondo sessuale’’. Sono piu di 120 le denunce sporte nelle ultime ore nei commissariati della città tedesca dopo le aggressioni e le molestie a sfondo sessuale subite da decide di donne nei pressi del Duomo di Colonia durante la notte dei festeggiamenti per il nuovo anno. Si apprende dai giornali locali ed internazionali che il gruppo era composto da 500/1000 persone di età compresa fra i 15 e i 35 anni in ‘’gran parte del mondo africano o arabo del nord’’, come conferma la polizia, che dopo aver creato confusione gettando petardi tra la gente ha iniziato ad aggredire e derubare chiunque si trovasse lì, molestando anche sessualmente moltissime donne.

La polizia nelle ultime ore ha individuato 16 sospetti e ha già compiuto 5 arresti nei pressi della stazione, probabilmente legati ai fatti accaduti quella notte. Il capitano della polizia Wolfang Abers ha dichiarato: ‘’Non siamo di fronte a 1000 colpevoli, ma non sappiamo ancora definirne il numero preciso in quanto le indagini sono ancora in atto’’ e parla di una ‘’dimensione criminale totalmente nuova’’. Le denunce si moltiplicano di ora in ora cosi come le testimonianze: ‘’Camminavo ovunque a tentoni. È stato un incubo. Abbiamo cercato di urlare e difenderci ma loro non si sono fermati. Ero disperata e credo di essere stata palpeggiata 100 volte in circa 200 metri’’ queste le parole di Katja L., una delle vittime, ad un giornale tedesco.

Durante la notte la polizia ha effettuato un'operazione su larga scala coinvolgendo 143 agenti della polizia locale e 70 agenti federali ma, per ammissione dello stesso Abers, a causa del buio e della vastità di persone quest’operazione è stata meno efficace.

I migliori video del giorno

La cancelleria Angela Merkel ha definito ‘’disgustose’’ le molestie perpetrate in quella notte aggiungendo che ‘’bisogna dare segnali chiari il più rapidamente e completamente possibile, la Germania non può tollerare simili atti ripugnanti e punirà i colpevoli indipendentemente dalla loro origine’’. La polizia parla di persone già conosciute alle forze dell’ordine o comunque viste da molto tempo nella zona e con i numerosi video si cercherà di dare un nome ai volti. Il sindaco Reker aggiunge: ‘’Non vi è alcuna indicazione che tra i colpevoli vi siano profughi attualmente ospitati nei centri della città, ogni supposizione in tal senso è assolutamente inattendibile". Intanto sul web infuriano le polemiche sia contro l’operato della polizia sia contro i migranti. In serata un gruppo di circa 300 persone si è radunato in piazza per manifestare contro le violente aggressioni. Si parla di altre azioni simili anche ad Amburgo e Stoccarda, ma di entità minore. Alta l’allerta del sindaco Henker che ha aumentato i controlli per i preparativi del carnevale che si svolgeranno in città.