Annuncio
Annuncio

Tutto il mondo è in apprensione, sia per l'arma nucleare che il governo russo sta attualmente progettando, che per gli estremisti islamici che proseguono con le loro minacce contro l'Italia e il resto d'Europa. Tant'è, che Al Qaeda ha divulgato un video nel Maghreb con il quale in maniera molto esplicita rivolge nuove inquietanti intimidazioni verso alcune città italiane. A questo punto, non ci rimane che andare nel dettaglio e scoprire che cosa sta effettivamente accadendo.

Isis: nel mirino Roma e Napoli

Gli jihadisti hanno preso di mira alcune città d'Europa, infatti, un terrorista islamico di Al Qaeda tramite un minaccioso messaggio video messo in rete riferisce: 'Colpiremo Roma...Napoli...Madrid.

Advertisement

Le esplosioni saranno ovunque'. Inoltre, c'è da dire che la direttrice del Site, Rita Katz aveva avvertito dell'esistenza di un altro video divulgato nel web dove si nota e si sente il terrorista Abu Baseer al Bumbari reso libero dal Mali in cambio del prigioniero francese Serge Lazarevic, esortare ad attaccare la Francia.

Capodanno: sventati attacchi terroristici in Europa

I servizi segreti di Ankara in base alle indicazioni raccolte dai computer e dalle cinture esplosive utilizzate dai kamikaze jihadisti, reperite negli appartamenti dei terroristi, sono certi che il gruppo di estremisti islamici stavano attendendo il via a procedere da uno dei capi del Califfato Abu Mohammed al-Adnani. Il bersaglio non era solamente Ankara, ma venivano posti come obiettivi anche altre cinque città d'Europa tra le quali l'Inghilterra, il Belgio, la Francia, l'Austria e la Germania.

Advertisement
I migliori video del giorno

Per questo motivo le autorità europee avvertite da quelle turche, decisero di negare i festeggiamenti di Capodanno a Bruxelles, mettendo così in atto nuove misure di sicurezza eccezionali nelle capitali a rischio attentati terroristici. Anche per oggi è tutto riguardo la situazione terrorismo. Per restare aggiornati sulle ultime notizie relative all'Isis, potete cliccare sul tasto Segui in alto a destra, vicino al nome dell'autore.