È rientrato a casa da scuola come ogni giorno, alle 13.30 circa. Stavolta, aprendo la porta si è trovato di fronte due uomini armati di coltello che, oltre a spaventarlo gli hanno procurato una ferita al fianco, per fortuna di striscio: è successo in via Tesio, zona San Siro a Milano, nei pressi dello stadio. Il quattordicenne è stato portato immediatamente al pronto soccorso del vicino ospedale San Carlo, ma le sue condizioni non destano preoccupazione.

I medici gli hanno dato una prognosi di otto giorni

La sua disavventura è durata pochi attimi, per fortuna conclusa solo con una ferita guaribile in otto giorni. Il ragazzo ha poi raccontato alla polizia che, entrando in casa (munita di porta blindata), aveva subito notato la porta - finestra della cucina aperta ed era andato a chiuderla; dopo qualche istante è stato aggredito e immobilizzato da due uomini con il viso coperto, uno dei quali lo ha minacciato armato di coltello.

Istintivamente, durante la colluttazione l'adolescente ha reagito e urlato, e così, forse preso dal panico, uno dei due uomini gli ha sferrato un colpo al fianco con la lama, fuggendo poi insieme al suo complice apparentemente a mani vuote. Lui stesso ha dato l'allarme ed è stato poi portato in ospedale in autoambulanza dove, a parte il comprensibile spavento, le sue condizioni sono risultate non preoccupanti data la lieve entità della ferita. I genitori, subito accorsi, non sono ancora in grado di comprendere se manchino oggetti di valore nell'appartamento.

L'adolescente sarà ascoltato dagli agenti

Si spera che il quattordicenne, una volta superato lo spavento, fornisca ulteriori elementi utili per poter identificare i due malviventi e assicurarli quindi alla giustizia. Intanto i poliziotti cercano i due banditi: stanno visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza che sono presenti intorno al condominio di via Tesio, sperando che possano aver ripreso i due individui prima che si coprissero il viso, oltre che per ricostruire il loro percorso.

I migliori video del giorno