Gli aggiornamenti sul caso di omicidio del piccolo Loris Stival ci parlano del nonno paterno, Andrea Stival. L'uomo, dopo le accuse di pochi giorni fa, è ora inquisito e iscritto nel registro degli indagati per concorso in omicidio e occultamento di cadavere. Veronica Panarello, la nuora, lo ha accusato di aver ucciso il figlio Loris perché i due erano amanti e il bambino li aveva scoperti.

Il nonno di Loris indagato per omicidio e occultamento di cadavere

Veronica Panarello aveva sorpreso tutti qualche giorno fa con una nuova verità sulla morte del piccolo Loris, ucciso a soli 8 anni, il 29 novembre del 2014. La madre del bambino aveva raccontato a una psicologa che ad uccidere il figlio era stato il nonno paterno dato che loro avevano una relazione e il bimbo li aveva scoperti.

Ha aggiunto che non aveva detto nulla prima per paura che l'uomo facesse del male all'altro figlio, ma che si era ricordata ogni cosa su quanto era successo quando aveva avuto il permesso di visitare la tomba di Loris. La Panarello sarà chiamata dai magistrati per ribadire le accuse mosse al suocero. Andrea Stival, 53 anni, continua a dire di essere sereno a riguardo, di non essere coinvolto nel delitto. Il suocero di Veronica sottolinea il fatto che nessuna telecamera lo ha ripreso quel giorno nei pressi dell'abitazione della Panarello e ripete di non aver mai avuto una storia con la nuora, anche se un pettegolezzo sulla loro relazione è iniziato a girare nel paese di Santa Croce Camerino dal giorno dell'omicidio. Una vicina racconta che l'uomo era spesso a casa del figlio quando lui non c'era e i tabulati telefonici svelano lunghe conversazioni anche notturne tra Stival senior e Veronica.

I migliori video del giorno

A difendere il nonno di Loris c'è la sua compagna Andreina, che conferma di aver passato la mattina del 29 novembre al supermercato con Andrea Stival ma a quanto pare, nessuno dei due ha raccontato agli investigatori di essere stati in un negozio che si trova di fronte al palazzo dove abitava la Panarello. Per restare aggiornati sugli sviluppi del caso Stival potete cliccare il tasto Segui.