Un mistero quello che circonda la sparizione di Gloria Rosboch (49 anni), scomparsa da Castellamonte (in provincia di Torino) il 13 Gennaio 2016. Gli inquirenti stano ora indagando per omicidio contro ignoti. Il fascicolo è stato aperto dalla Procura di Ivrea. Gloria è alta 155 centimetri, ha capelli ed occhi castani. Informazioni minimali, ma comunque utili per riconoscerla nel caso in cui ci sia ancora una fievole speranza di ritrovarla ancora viva. 

Scomparsa dopo aver pranzato

Marisa ed Ettore Rosboch, i genitori di Gloria, hanno dichiarato durante un'intervista al noto settimanale Giallo: "L'hanno fatta sparire. Nostra figlia non si sarebbe mai suicidata: qualcuno le ha fatto fare una brutta fine".

Torniamo a quel maledetto giorno del 13 Gennaio 2016, Gloria è un'insegnante, quel giorno era uscita da scuola che dista 10 minuti dalla sua abitazione. Tuttavia, la professoressa è rincasata solo 45 minuti dopo. Nel frattempo ha contattato il padre e la madre, avvertendoli che sarebbe giunta da loro in ritardo, in quanto avrebbe dovuto parlare con un collega. Alle 14:45, dopo aver pranzato, è uscita con una scusa, dicendo ai genitori che avrebbe dovuto partecipare ad una riunione a scuola. Da allora nessuno ha più avuto sue notizie. Dopo la sua sparizione, Marisa ed Ettore hanno appurato che non era prevista alcuna riunione presso l'istituto in cui insegnava la loro figlia. Alle 14:50 è stata filmata dalle telecamere della Posta, in seguito è stata vista da un conoscente. Poi Gloria è scomparsa nel nulla. 

Migliaia di euro consegnati ad un amico

Cosa può essere accaduto all'insegnante 49enne? L'avvocato Stefano Caniglia, legale della famiglia Rosboch, ha dichiarato: "Escludiamo l'ipotesi del suicidio.

I migliori video del giorno

Niente, infatti, fa pensare che Gloria possa essersi suicidata. Piuttosto, propendiamo per un allontanamento non volontario. Per questo abbiamo chiesto di battere altre strade, magari indagando sulle conoscenze di Gloria". Gli inquirenti stanno indagando sul passato della Rosboch, che dal 1997 aveva un contratto come insegnante di sostegno precaria. Si è scoperto, intanto, che prima della scomparsa, Gloria aveva prelevato 187000 euro, che ha consegnato in seguito ad un amico. Quest'ultimo le avrebbe promesso una vita insieme ed un nuovo lavoro in Francia. Si tratta di un giovane 21 anni, il quale però dopo aver preso i soldi è sparito. Il suo alibi, il giorno della scomparsa, sembra essere stato verificato dagli stessi inquirenti.