Dai primi di febbraio 2016 gli inquirenti stanno valutando alcune informazioni relative a delle telefonate che potrebbero dare buoni spunti investigativi sul duplice delitto di Trifone Ragone e Teresa Costanza, giovane coppia di Pordenone caduta sotto i colpi di una pistola mentre si trovava in auto nel parcheggio di un complesso sportivo. Il locale era abitualmente frequentato dal soldato Trifone, appassionato di cultura fisica, come emerge anche dalle foto reperibili su internet.

La chiamata anomala

Negli ultimi giorni si è appreso che Teresa Costanza, prima di recarsi all'appuntamento con il suo compagno di vita, si sarebbe fermata in un locale e qui avrebbe preso l'iniziativa di chiedere in prestito il telefonino del titolare tradendo un certo nervosismo, al punto che per un attimo l'uomo sospettò di essere rimasto vittima di un furto.

Pubblicità

La donna avrebbe avuto l'accortezza di cancellare la chiamata effettuata dalla memoria. A chi telefonò con queste particolari modalità, Teresa? Oggi non è facile dare una risposta a questa domanda. Le indagini intanto continuano. Ciò che deve necessariamente essere chiarito è il rapporto tra Trifone, Teresa e la coppia formata dal collega soldato Giosuè Ruotolo e la sua compagna, di nome Rosaria Patrone. Per gli investigatori Ruotolo potrebbe essere coinvolto nel duplice delitto. Sarebbe stato proprio Giosuè a indirizzare alcuni insulti ai due tramite un falso account.

Le parole di Francesco Ragone

Il delitto di Pordenone sembra destinato a diventare un giallo a causa di questi particolari rimasti da chiarire.Anche il padre di Trifone riferisce di avere ricevuto una chiamata da parte del figlio in cui quest'ultimo tradiva certa preoccupazione. Era il 17 marzo 2015 quando i due sono stati uccisi con freddezza, da un killer tanto abile nell'uso dell'arma del delitto quanto frettoloso nel liberarsene gettandola nelle acque di un piccolo bacino d'acqua nelle vicinanze del complesso sportivo teatro della tragica vicenda.

Pubblicità

Per rimanere costantemente informati sugli sviluppi potete cliccare sul pulsante "segui" in alto vicino al mio nome.