Annuncio
Annuncio

C'era tanta commozione al funerale di Umberto Eco, che si è tenuto nel pomeriggio di ieri, 23 febbraio, nel cortile della Rocchetta del Castello Sforzesco di Milano. Il grande semiologo, scomparso all'età di 84 anni nella notte tra venerdì e sabato, è stato omaggiato dalla presenza di oltre mille persone che hanno letteralmente affollato lo spazio monumentale milanese. Presenze illustri alla cerimonia strettamente laica e sobria, proprio per volontà espressa dallo stesso Eco, ancora in vita.

Era presente il ministro dei Beni e Attività Culturali Dario Franceschini che ha omaggiato l'ultimo autorevole esponente della cultura contemporanea italiana.

Advertisement

Presenza importante è stata, anche, quella del ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, proprio per testimoniare che il "professore" è stato e sarà sempre un simbolo dell'istruzione e della cultura nel nostro Paese. Tra i tanti messaggi di testimonianza e affetto, rivolti, a un monumento del sapere della nostra epoca, è emerso quello di suo nipote Emanuele.

Emanuele Eco, nipote di Umberto, all'età di 15 anni, ha voluto omaggiare il suo caro nonno con parole emozionanti che hanno strappato molti applausi commoventi dai presenti. "Averti come nonno mi ha riempito di orgoglio" ha detto commosso il giovane. Nella sua totale laicità e sobrietà, il rito dello scrittore nato il 5 gennaio 1932 ad Alessandria, è stato intervallato da brani musicali e momenti di profondo silenzio.

La commozione si vedeva anche negli occhi dei cattedratici dell'Università di Bologna "Alma Mater Studiorum" che hanno portato alla cerimonia, la toga del professore Eco, che per ben 41 anni ha insegnato in quella struttura.

Advertisement
I migliori video del giorno

Tra le migliaia di persone che hanno affollato il cortile del Castello Sforzesco, era presente anche Roberto Benigni, che emozionato, non ha voluto lasciare alcuna dichiarazione. L'omaggio, seppur non in presenza fisica, è arrivato anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha inviato una corona commemorativa per ricordare un gigante del sapere che ha onorato l'Italia nel mondo.