Oggi 23 marzo 2016 Bruxelles è in stato di massima allerta. Panico e terrore invadono la città belga in seguito ai violentiattacchi terroristici di ieri presso l'Aeroporto di Zaventem e, poco dopo, presso la metropolitana di Maelbeek.Martedi 22 marzo 2016 intorno alle 8 del mattino l'aeroporto di Bruxelles viene colpito da due forti esplosioni: due kamikaze dopo aver "gridato in arabo" si sono fatti esplodere nello scalo internazionale diZaventem devastando la sala partenze eprovocando 80 feriti a 14 morti.

Quasi un'ora dopo sono scoppiati ordigni in metropolitana, tra le stazioni di Maelbeek e Schuman (ossia nel cuore del quartiere che ospita le istituzioni dell'Unione Europea) determinando altri 20 morti.

The day after

Oggi 23 marzo 2016 sono stati identificati i due kamikaze ritratti all'aeroporto Zaventem ieri poco prima degli attentati: si tratterebbe di due fratelli Khalid e Ibrahim considerati complici di Salah Abdeslam, il terrorista complice degli attacchi terroristici del 13 novembre a Parigi.Attualmente l'aeroporto di Zaventem a Bruxelles resterà chiuso per ragioni di sicurezza mentre l'amichevole di calcio tra Belgio e Portogallo, in programma il giorno 29 marzo 2016 allo stadio di Re Baldovino di Bruxelles è stata annullata per motivi precauzionali. Il bilancio attuale delle vittime di questi attentati terroristici è salito purtroppo ed è di 35morti e 250 feriti.

Testimonianze

Eccovi alcune testimonianze riguardo gli attentati di ieri a Bruxelles. "Non auguro a nessuno di vedere la scena che mi sono trovato di fronte io" afferma Massimo Medico di Caltanissetta "La gente urlava, piangeva, erano feriti, bruciati, con dolori dappertutto. Abbiamo cercato di metterli al riparo nel miglior modo possibile. Rodolph Devilles, uno dei primi soccorritori, racconta: "Ho visto una bambina di tre anni con un braccio bruciato.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Piangeva. Cercava i suoi genitori. L'ha accompagnata fuori una donna che era nel panico e non voleva salire sul bus fatto arrivare dalle autorità perchè aveva paura che scoppiasse anche quello."

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto