Si rinnova la paura legata al terrorismo in Europa: dopo i noti attentati di Parigi e l'allarme (rivelatosi poi infondato) che ha paralizzato per qualche ora il centro di Berlino, l'attenzione si sposta nuovamente su Bruxelles. Nella serata di ieri, infatti, le forze dell'ordine sono rimaste coinvolte in una sparatoria nel quartiere Forest, della capitale belga; Tutto è iniziato alla rue du Dries dove, nel corso di una delle operazioni congiunte fra Belgio e Francia, collegata alle ricerche di Salah Abdeslam, le forze dell'ordine hanno suonato alla porta di una delle case sulla strada, seguendo la pista delle conoscenze di alcuni degli 11 arrestati in Belgio.

Pubblicità

Pochi secondi e inizia la sparatoria

Verso le 15 del pomeriggio del 15 marzo, dunque, la polizia ha suonato alla porta di un appartamento che avrebbe dovuto essere vuoto; immediatamente, dall'interno dell'abitazione vengono esplosi alcuni colpi d'arma da fuoco con quello che, in seguito, si rivelerà essere un fucile automatico Ak-47.Gli spari hanno ferito tre agenti e sono stati seguiti da una nuova raffica di colpi alle 15 e 20, che ha ferito un quarto agente in modo più grave e, intanto, qualcuno fugge attraverso i tetti.

Quartiere bloccato: la sera scatta il blitz 

Il quartiere Forest, dunque, viene blindato dalle forze dell'ordine: nessuno può entrare e tutti sono invitati a restare all'interno delle proprie case, incluse due scuole nelle quali resteranno tutti i bambini fino a sera. Alle 18 parte il blitz vero e proprio con tanto di elicotteri per localizzare i fuggitivi e cecchini sui tetti; esistono inoltre alcune foto, pubblicate dall'ANSA, e che sono state scattate dalle persone chiuse dentro gli edifici del quartiere.

Pubblicità
I migliori video del giorno

Nell'appartamento viene ritrovato un cadavere, che però non appartiene ad Abdeslam. Le forze dell'ordine, come era stato per i blitz a seguito degli attentati di novembre, mantengono il silenzio stampa e raccomandano di non utilizzare i social per non diffondere troppe informazioni su quanto sta accadendo.

Questa mattina, attraverso diverse agenzie di stampa fra cui Vtm Nieuws, si scopre che i fuggitivi sarebbero due, arrestati entrambi (uno già ieri sera, mentre il secondo nella mattinata di oggi); Derniere Heure rende inoltre noto che si tratterebbe di due fratelli già noti alle forze dell'ordine belga.

Il premier blega Charles Michel ha commentato dicendo che "dopo quella di stasera, ci saranno altre operazioni di Polizia nelle ore e nei giorni a venire".