Annuncio
Annuncio

Negli ultimi tempi, la Francia è stata protagonista di numerose tragedie. Prima l'attentato a Parigi, ora è giunta una nuova tragedia nel centro della Francia, in particolare ad Allier. Un'incidente mortale è avvenuto nella nottata, poco prima della mezzanotte. A scontrarsi sono stati un minibus, che trasportava 12 portoghesi, e un camion, guidato da due italiani. I passeggeri del pullman sono tutti morti. Gli unici scampati all'incidente sono i due autisti italiani e il guidatore del minibus, anche se rimasti feriti, non in modo grave.

Annuncio

La dinamica

Il minibus si stava dirigendo in Svizzera, partendo dal Portogallo, quando ha imboccato una strada contromano nei pressi di Moulins. La zona era particolarmente buia, per cui potrebbe essere stato un grave problema di disattenzione, anche perchè l'autista risulta negativo all'alcol test. Nel frattempo, però, le autorità locali stanno indagando ulteriormente per scoprire la reale dinamica dell'incidente. Questo incidente mortale ha portato via la vita a 12 persone innocenti. Ricorda molto da vicino il recente incidente in Spagna, che ha coinvolto altre 13 persone, tra cui sette ragazze italiane, tutte studenti che stavano facendo un viaggio per l'Erasmus. 

Una fonte giudiziaria ha spiegato che la strada (statale 79) è parecchio deserta e il limite di velocità è di 90km/h.

Da circa 40 anni si parla di aggiungere una nuova corsia, ma ancora non ci sono novità a riguardo. Purtroppo molti automobilisti si distraggono facilmente durante la guida. Ci sono poi gli impazienti, che vanno oltre il limite consentito e coloro che si addormentano, rendendosi complici di tragedie simili.

Secondo la dinamica dei due guidatori italiani, il minibus avrebbe effettuato una manovra brusca verso sinistra, rendendo l'incidente stradale inevitabile. Questa azione da parte dell'autista, probabilmente, è stata dettata dalla consapevolezza di trovarsi nel senso inverso di marcia.

Annuncio
I migliori video del giorno

Un errore che è costato caro alla vita di 12 persone. In questi casi il senso di colpa durerà per tutta la vita. Si attendono notizie in più in merito. Se volete seguire tutte le mie news, potete cliccare il tasto "Segui" del mio profilo o mette Mi Piace alla mia pagina Facebook "EyeTech Italia".