Annuncio
Annuncio

Una scena da film dell'orrore è quella a cui hanno assistito stamane le persone che erano presenti all'ingresso dell'Università Roma Tre. I presenti sul posto raccontano di una scena insolita ed inaspettata dove hanno dovuto assistere a quanto accaduto, inconsapevoli di cosa stesse succedendo in quel momento. Oggi la città di Roma piange nuovamente, dopo aver subito la tragedia inerente all'omicidio Varani, la Capitale si tinge nuovamente di sangue. Un ragazzo di soli 26 anni si è tolto la vita nel cortile della Facoltà di Ingegneria Roma Tre davanti agli occhi di numerosi ragazzi.

Annuncio

Sono attualmente in corso i rilievi da parte delle forze dell'ordine, intervenuti sul posto a seguito del suicidio. L'episodio è accaduto intorno alle 12 circa e a nulla è servito l'immediato intervento dei medici del 118.

Il gesto folle

Sono le 12 circa: un ragazzo, probabilmente frequentante l'Università Roma Tre di via Vasca Navale, arriva nel cortile della facoltà di Ingegneria ed estrae dalla tasca una pistola. Non ci pensa due volte e, davanti agli occhi degli ignari studenti e addetti ai lavori, si punta la pistola alla tempia e fa fuoco.

Momenti di paura e terrore all'Università, i presenti hanno immediatamente allertato i medici del 118 e le forze dell'ordine, ma il tutto purtroppo è stato invano poiché il gesto insano del giovane non gli ha lasciato scampo, morto sul colpo. Di recente, l'Università Rome Tre era passata alla ribalta a causa di un importante studio sul Cancro, oggi invece, è diventato lo scenario di una tragedia.

Le indagini 

Sono in corso i rilievi e sarà compito degli investigatori capire la motivazione del gesto estremo del ragazzo di soli 26 anni.

Annuncio
I migliori video del giorno

Non sono ancora trapelate notizie in merito all'identità dello studente morto, ed ora oltre a risalire all'identità del soggetto sarà dovere della Polizia di Stato, intervenuta sul posto, capire la pista giusta da seguire per scovare le motivazioni del suicidio. Non si sa ancora se il ragazzo che si è suicidato a Roma avesse problemi psichici o patologie che l'abbiano portato a tale gesto estremo. Al momento non si escludono ipotesi a riguardo e gli inquirenti non potranno tralasciare alcun dettaglio al fine di non escludere nessun tipo di strada investigativa, neanche la pista passionale.