Una giovane di 17 anni è stata molestata sessualmente in pieno giorno da un uomo di 32 anni di nazionalità rumena, e con precedenti penali, mentre camminava in strada in compagnia dei genitori.  Il fatto è successo giorno della festa della liberazione italiana, in pieno pomeriggio, intorno alle 17:00 in via Ferrarese a Bologna.

Da quanto si apprende dalla denuncia presentata dai genitori alla Polizia di stato, la ragazza, minorenne, passeggiava in compagnia della madre e del padre, in pieno giorno, approfittando del giorno di festa per godersi un po di relax, quando alle spalle dei tre malcapitati si avvicinato l'aggressore, un uomo di 32 anni rumeno pregiudicato, che si è scagliato sulla minorenne e la ha aggredita sessualmente, mettendo le sue mani nelle parti intime della giovane e palpeggiandola ripetutamente in varie parti del corpo, sotto gli occhi stupiti della famiglia e dei passanti. Il molestatore rumeno, approfittando dello shock generale, si è allontanato velocemente dal luogo dell'accaduto.

Pubblicità

La denuncia

I genitori della ragazzina, che non si aspettavano assolutamente un'aggressione del genere in pieno giorno e in una via molto trafficata, appena ripresi dallo shock iniziale si sono lanciati all'inseguimento del rumeno mentre la giovane ha chiamato telefonicamente il 113, che fortunatamente aveva una pattuglia in zona. Il padre della giovane è riuscito a raggiungere e bloccare l'aggressore, ma quest'ultimo lo ha minacciato con un bottiglia di vetro. Gli agenti, che erano stati avvertiti telefonicamente dalla giovane, sono arrivati sul posto ed hanno disarmato il 32enne rumeno che, poi, è stato portato subito in questura.

Dopo gli accertamenti di rito, si è venuto a sapere che l'uomo, di nazionalità rumena e residente da qualche anno in Italia, ha parecchi precedenti penali di vario genere nel territorio italiano. L'uomo, finora a piede libero, è stato denunciato e dovrà rispondere di violenza sessuale nei confronti di una minore e minacce aggravate a mano armata.