Il Dhaka Tribune lancia la notizia, che rimbalza immediatamente sui media di tutto il mondo, di un feroce assalto terroristico iniziato con una sparatoria nel centro diplomatico di Dacca, capitale del Bangladesh. Nel mirino degli attentatori ancora una volta un locale pubblico frequentato da stranieri, diplomatici e classe dirigente, un ristorante tra i più conosciuti della città dove lavoravano anche degli italiani.

La polizia avrebbe già segnalato la presenza di due morti, diversi feriti e oltre 20 civili tenuti in ostaggio dagli assalitori, che sarebbero almeno cinque. La situazione nel quartiere diplomatico della capitale bangladese è comprensibilmente confusa, come le notizie che vengono diffuse, ancora incerte e mal definite.

La Farnesina ancora non esclude ostaggi italiani

La Farnesina ancora non ha escluso che tra i civili tenuti in ostaggio dai terroristi ci siano degli italiani. L'ambasciata italiana a Dacca fa sapere di seguire con molta attenzione la vicenda.

Il responsabile del locale assaltato, Sumon Reza, ha riferito alle autorità locali di aver visto fuggire uno dei due fornai dello staff, di nazionalità italiana, mentre non ha notizie dell'altro, di nazionalità argentina, e teme non possa avercela fatta e sia rimasto all'interno della struttura.

Il Bangladesh Daily Star riporta le testimonianze di alcuni dipendenti riusciti a fuggire dal locale, i quali raccontano dell'arrivo improvviso degli assalitori, muniti di armi da taglio, forse spade, e armi da fuoco, presumibilmente pistole, e che hanno fatto irruzione lanciando delle bombe al grido di 'Allahu Akbar' (Allah è grande).

Morti e feriti anche tra i civili

La sparatoria è avvenuta in uno dei ristoranti più frequentati di questa zona diplomatica di Dacca, l'Holey Artisan Bakery, tra la clientela abituale molti stranieri, diplomatici, uomini d'affari e benestanti. Gli assalitori si sono barricati all'interno del locale, con gli ostaggi.

La polizia ha isolato l'intero quartiere e si prepara a intervenire, ma sarebbero già due i morti e almeno tre i feriti, due poliziotti e un civile.

Segui la nostra pagina Facebook!