Siria, l’ISIS annuncia la morte di uno dei suoi più importanti leader, Abu Muhammad al-Adnani, capo della propaganda e portavoce dell’ISIS, privando l'organizzazione di un uomo incaricato di dirigere attacchi terroristici all’estero. Un funzionario della difesa degli Stati Uniti, ha detto che hanno effettuato un raid aereo nella città siriana di al-Bab vicino Aleppo, contro un anziano membro dello Stato Islamico.

Pubblicità
Pubblicità

Il funzionario ha rifiutato di rivelare il bersaglio. Un alto funzionario ribelle siriano aveva detto in precedenza che Adnani è stato probabilmente ucciso ad al-Bab. Ha specificato che Adnani era nella regione di Aleppo, in Siria, per sollevare il morale del gruppo. Hisham al-Hashimi, un analista della sicurezza che consiglia il governo iracheno, ha detto che il portavoce dello Stato Islamico è stato ferito in un attacco il 17 Agosto presso al-Rai, a nord di Aleppo, Hashimi ha dichiarato che è morto per le ferite il lunedì.

Pubblicità

Andani ispirava gli attacchi terroristici all’estero

Adnani era stato uno degli ultimi membri anziani dell' ISIS, braccio destro operativo del Califfo al-Baghdadi. Come portavoce dello Stato islamico, Adnani è stato il membro più visibile. Come capo delle operazioni esterne, è stato responsabile di attacchi terroristici d'oltremare, compresa l'Europa, che sono diventate una tattica sempre più importante per l’ISIS.

Sotto le direttive di Adnani, lo Stato islamico ha lanciato attacchi su larga scala, attentati e sparatorie, ai civili in diversi paesi all’estero, tra cui Francia, Belgio, Turchia, Germania, Austria, Spagna, Malaysia, Indonesia, Libano, Tunisia e Bangladesh, ispirando e addestrando i terroristi che hanno compiuto le stragi. Il funzionario della difesa degli USA ha dichiarato che Adnani ricopriva il ruolo di capo della propaganda e direttore delle operazioni esterne, il gruppo utilizza i suoi messaggi online per reclutare combattenti, e fornire istruzioni, e ispirazione per gli attacchi. Gli Stati Uniti lo hanno designato un "terrorista globale" e avevano posto una taglia di 5 milioni di dollari sulla sua testa.

Adnani esortava i seguaci ad uccidere gli occidentali e i credenti in ogni modo possibile

Adnani è nato in Siria nel 1977, a Taha Subhi Falaha provincia di Idlib, ha lasciato la Siria per recarsi in Iraq per combattere le forze americane dopo l’invasione del 2003. Ritornato in patria dopo l'inizio della guerra civile nel 2011, ha ricoperto un ruolo principale per il gruppo jihadista. Adnani è stato spesso il volto del gruppo militante sunnita, come quando ha pubblicato un messaggio sollecitando attacchi negli Stati Uniti e in Europa, durante il mese sacro del Ramadan.

Pubblicità

In un discorso divulgato nel 2014, Adnani esortava i seguaci ad uccidere gli occidentali e i credenti in ogni modo possibile. "Spaccategli la testa con una pietra, accoltellateli, o investiteli con la vostra automobile, o buttateli giù da un punto alto, o soffocateli, o avvelenateli…. date fuoco alle loro case, alle loro auto o alle loro imprese”. Amaq News Agency dello Stato Islamico ha riferito che “Adnani è stato ucciso", Amaq non ha detto come Adnani è stato ucciso, l'ISIS ha pubblicato un elogio il 29 agosto, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

Pubblicità

Il messaggio odierno, in lingua inglese e araba, afferma che Adnani “ha subito il martirio mentre coordinava le operazioni per respingere la campagna militare contro Aleppo in Siria., e si conclude con la minaccia di una vendetta. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto