Sono centinaia le multe contestate in tutta Italia da parte delle forze dell'ordine in occasione dell'esodo per le vacanze estive, in particolar modo, l'utilizzo del nuovo sistema in dotazione, il telelaser, ha fatto si che venissero contestate numerose infrazioni al codice della strada. Con il nuovo e sofisticato sistema in dotazione alle forze dell'ordine è giusto avere molta più attenzione al volante, se non si vuole rischiare una multa pre o post vacanza.

Occhio al Telelaser

Il nuovo e ingegnoso sistema elettronico in dotazione alle forze di polizia, è in grado di verificare e contestare le infrazioni da una distanza di circa 600 metri, scattando una vera e propria foto al veicolo in marcia.

Pertanto anche l'utilizzo delle cinture di sicurezza potrebbe essere contestato a distanza. Quindi, addio ai furbetti che alla vista di una pattuglia di Carabinieri o Polizia, indossano in fretta e furia la cintura per evitare la multa, ora se la pattuglia in questione è dotata di Telelaser o del sistema Mercurio, è tutta fatica sprecata perché la multa è d'obbligo.

Esodo estivo a rischio multe

Non solo Telelaser, anche autovelox ed etilometri in azione per contrastare quelle che sono le violazioni più importanti del codice della strada. Solo negli ultimi giorni,nella provincia di Caserta, sono state denunciate 3 persone per violazioni alle norme del codice stradale, ben dieci patenti ritirate e 230 punti decurtati per diverse infrazioni contestate.

Anche le zone come via Appia e Domiziana, sono state oggetto di monitoraggio attraverso il sistema Telelaser, al servizio mirato sono state impiegate ben 20 volanti della Polizia Stradale.Stando a quanto riferitodal Ministero deiTrasporti in merito all'utilizzo del sistema, il telelaser deve essere utilizzato frontalmente al guidatore e con contestazione immediata.

Differentemente però, grazie ad una successiva circolare ministeriale, è possibileanche la notifica della multa a casa, ma solo ed esclusivamente nei casi in cui l'auto in questione stia percorrendo la strada ad una velocità che non consente di fermare e contestare nell'immediatezza la multa.