Un grave incidente sulle strade italiane ha coinvolto un giovane di Cesena. Purtroppo questi tragici episodi di cronaca avvengono molto spesso e molte delle vittime sono giovanissime. Nella notte del 13 settembre 2016 a perdere la vita è stato un giovane di 25 anni dopo essersi scontrato contro un camion.

I fatti

Il fatto è accaduto a Lido di Spina. Era circa l’una di notte del 13 settembre ed il luogo è stato precisamente la statale 309 Romea, la quale mette in comunicazione la città di Ravenna con quella di Mestre seguendo gran parte del litorale del mar Adriatico. Il giovane di 25 anni, un ragazzo di origini bielorusse abitante di Cesena, stava tranquillamente conducendo la sua Peugeot.

Improvvisamente c’è stato lo scontro diretto contro l’imponente autocarro, il quale giungeva dalla carreggiata opposta. Entrambi i mezzi sono finiti all’interno di un dirupo adiacente. Il luogo dell’impatto è stato accertato tra le provincie di Ferrara e Ravenna, esattamente in via Bellocchio. Il conducente del camion, al contrario del ragazzo, non ha riportato particolari danni. La tratta è stata chiusa per diverse ore, in modo tale da permettere i soccorsi dei vigili del fuoco e dell’ambulanza, assieme alle ricerche effettuate dalla pubblica sicurezza stradale giunta da Ferrara.

Le indagini

Pronto l’intervento dei Vigili del Fuoco del comando di Ravenna. Questi ultimi, mediante l’utilizzo di una gru, sono riusciti a liberare dall’abitacolo della macchina ormai distrutta il giovane ragazzo di 25 anni, il quale era rimasto intrappolato sotto le lamiere.

I migliori video del giorno

Tuttavia, l’autoambulanza, giunta sul posto pochi minuti dopo, non ha potuto fare nient’altro che accertare il decesso avvenuto sul colpo.

Questa notte è invece venuto a mancare ad Ercolano, in provincia di Napoli, un altro ragazzo a causa di un incidente con il suo motorino. Aveva solo 18 anni e nell’impatto con il marciapiede dopo la caduta è rimasto coinvolto anche un altro ragazzo di 17 anni. Quest’ultimo ora si trova ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Cardarelli di Napoli.