#Dario Fo

È morto questa mattina all’età di 90 anni a Milano, Dario Fo “l’eterno giullare”. Fo è stato attore, drammaturgo, ma anche regista, scrittore, autore, illustratore, pittore, e scenografo. Da dodici giorni era ricoverato all’ospedale ‘Sacco’ di Milano per problemi di natura polmonare ed i familiari erano già stati avvertiti dai medici che le condizioni di salute si erano notevolmente aggravate nelle ultime ore.

Disperati gli estimatori del drammaturgo, in quanto solo pochi giorni fa Dario aveva tenuto una conferenza stampa per il suo nuovo libro "Darwin” nella sua casa, a Milano. Purtroppo, da circa due settimane, soffriva di lancinanti dolori alla schiena e per questo è stato successivamente ricoverato.

Poi questa mattina, la tragica notizia.

Una vita costellata di innumerevoli successi

Figlio di un capostazione, Felice Fo, e di Pina Rota, Dario Fo è nato e cresciuto in una famiglia dalle umili origini, ma intellettualmente vivace, nella quale ha potuto ascoltare fin da quando era piccolo le favole, raccontate dal nonno materno e i racconti degli “affabulatori di paese”, secondo una sua espressione. Proprio quest’ultimi, grazie alla loro facoltà di esporre questi avvenimenti, avrebbero poi ispirato l'artista nel corso della sua carriera. Il 9 ottobre 1997 Fo ricevette il Premio Nobel per la letteratura, con la seguente motivazione: "Perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi". Una vita costellata da innumerevoli successi, non solo in Italia.

I migliori video del giorno

I suoi lavori teatrali, infatti, sono celebri in quanto fanno uso degli stilemi comici della Commedia dell'arte italiana, ma sono rappresentati con successo in tutto il mondo. L’artista si è distinto politicamente soprattutto grazie ai suoi testi di satira politica e sociale e per l'impegno politico di sinistra. Con la moglie Franca Rame fu tra gli esponenti di spicco del Soccorso Rosso Militante. Lei è venuta a mancare, all’età di 84 anni, nel maggio del 2013 nella loro casa di Porta Romana a Milano.