Il padre e la madre di un bimbo autistico pensavano di curare il figlio di 4 anni con rimedi alternativi alla medicina tradizionale. Al piccolo, allora, sono stati somministrati supplementi olistici. Tale trattamento, però, non solo non ha guarito il bambino, ma ha rischiato di farlo morire. Una vicenda inquietante, avvenuta a Londra, che alimenta i dibattiti sui metodi alternativi alla medicina tradizionale per curare le malattie. 

Bimbo autistico in ospedale per una grave infiammazione

I genitori del bambino autistico si sono affidati a un naturopata che ha prescritto l'assunzione di 12 supplementi olistici per la cura dell'autismo, come il latte di cammello e la vitamina D.

Tali sostanze hanno causato una grave intossicazione al piccolo, che è stato trasportato d'urgenza all'ospedale St. Bartholomew. Di tale caso si è parlato molto: il primo a riportarlo è stato il magazine Bmj Case Reports. Sarebbe stata proprio la vitamina D la principale causa dell'infiammazione che per poco non stroncava il minore. L'elevata assunzione di tale sostanza ha causato innumerevoli disturbi al bimbo, come diarrea, vomito e perdita di peso. Se il piccolo non fosse stato portato rapidamente in ospedale sarebbe probabilmente morto. Tutto per colpa di un naturopata che pretendeva di curare l'autismo con supplementi olistici. 

Secondo Abdul Moodambail, medico dell'ospedale St. Bartholomew, i genitori del bimbo autistico hanno rivelato che il figlio aveva assunto supplementi olistici per diversi mesi solo dopo qualche giorno dal ricovero. Il medico ha sottolineato che l'atteggiamento di molti genitori è rischioso.

I migliori video del giorno

Si crede che sostanze naturali non facciano male ma non è così. L'assunzione smodata di vitamina D, ad esempio, ha rischiato di uccidere il bimbo autistico londinese. 

Il dottor Moomdambail ha ricordato che l'autismo è una patologia incurabile e tutti coloro che prospettano 'soluzioni alternative', magari basate sull'assunzione di sostanze naturali, sono imbroglioni. Il piccolo è guarito nel giro di 3 settimane ma ha sfiorato la morte. 

Un naturopata inglese pensava, dunque, di curare un bimbo autistico mediante la somministrazione di sostanze come argento e latte di cammello. Un trattamento potenzialmente letale, secondo i medici britannici, che va assolutamente evitato. Un gruppo di medici inglesi ha esortato i genitori ad evitare metodi alternativi per curare l'autismo. 

Ipercalcemia ed elevato livello di vitamina D

Il bimbo autistico di Londra è stato visitato subito, una volta condotto in ospedale: dalle analisi è emersa l'ipercalcemia (elevato livello di calcio nel sangue) e un alto livello di vitamina D.

I supplementi olistici prescritti dal naturopata potevano uccidere il bambino ma, per fortuna, i medici hanno evitato il peggio. Sulla vicenda indaga la Polizia. Il naturopata dovrà spiegare la ragione per cui aveva prescritto una terapia del genere a un bimbo autistico.

Da uno studio condotto nel 2007 negli Usa è emerso che il 74% dei bimbi autistici è curato con metodi alternativi. Questo dato fa indubbiamente riflettere sul ricorso, nel mondo, alle cure alternative.