“We are devastated - scrive il cantante Micheal Bublé sul suo profilo Facebook - about the recent cancer diagnosis". La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno. Il piccolo Noah, figlio di Bublé e Luisana, ad appena tre anni deve far fronte alla diagnosi di un cancro. Il cantante canadese aveva già annullato tutti i suoi impegni per poi, appena due ore fa, pubblicare lo scioccante post su Facebook. Il piccolo verrà curato negli Stati Uniti. Per potergli stare il più possibile vicino, il cantante ha deciso di staccare la spina. Nelle sue ultime dichiarazioni e interviste aveva sempre sottolineato quanto fossero importanti, per lui, famiglia e figli.

Stessi valori condivisi dalla moglie che si allinea all'annuncio di Bublé rinunciando alla carriera pur di restare accanto al figlio.  

L'annuncio pubblicato sul social network si conclude con un invito a tutti di rispettare il più possibile la loro privacy in un momento così difficile e di dedicare una preghiera a Noah. 

La coppia dovrà affrontare la battaglia più difficile che la vita potesse preservargli. Un viaggio lungo e difficoltoso ma, come loro stessi hanno dichiarato, pieno di speranza.

I messaggi di vicinanza dei fans su Facebook

La risposta dei fans non si è fatta attendere. Nel giro di pochi minuti l'annuncio ha fatto il giro di tutte le bacheche del mondo. Tantissimi i messaggi di cordoglio alla famiglia Bublé, oltre 15mila in appena un'ora. Il commento più toccante quello di Amandine Valentine, una ragazza francese nelle stessa situazione del cantante canadese.

I migliori video del giorno

"Sto combattendo lo stesso nemico e Noah sarà per sempre nelle mie preghiere. Sono certa che sarà un piccolo grande guerriero!!! Un grande in bocca al lupo da parte della mia famiglia. Dio vi benedica e vi protegga tutti!". 

Tantissimi i messaggi anche da parte dei fans italiani. Il cantante ha origini canadese ma è stato naturalizzato italiano, Paese nel quale vanta un successo notevole. Successi che negli anni, il 39enne di Burnaby, è riuscito ad ottenere in tutto il mondo con la conquista di 4 Grammy Awards, diversi Juno Awards, sold out in tutti i suoi tour e milioni di copie vendute dei suoi album