Si sta spostando verso il sud della Sardegna la forte perturbazione che domenica 6 novembre ha colpito con violenza tutto il centro e nord dell’Isola. Le zone più interessate dal forte vento e dalle violente piogge sono state quelle dell’alto oristanese, della parte centrale della provincia di Nuoro, passando per il sassarese e finendo ad Alghero dove ieri mattina all’alba si sono verificati numerosi allagamenti che hanno mandato in tilt la circolazione stradale.Nel pomeriggio, sempre nella città catalana, si è verificata anche una violenta tromba d’aria che ha spazzato via alberi e tutto ciò che ha trovato nella sua strada.

Danni anche a Valledoria, Sassari, Tempio e Nuchis, dove un’anziana signora è stata soccorsa dai Vigili del Fuoco nella sua abitazione quasi scoperchiata.

Trombe d’aria

La violenza della perturbazione si è abbattuta anche sulla frazione di Boroneddua pochi passi da Ghilarza, in provincia di Oristano, dove numerosi alberi sono stati sradicati dal vento e, in particolare nel piccolo cimitero, alcuni cipressi sono caduti andando a danneggiare numerose tombe, una parte delle mura che circondano il camposanto e anche il cancello d’ingresso.Fortunatamente, nonostante la domenica il cimitero sia molto frequentato, in quegli attimi non si trovava nessuno e di conseguenza non si sono registrati feriti. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigli del Fuocoche, con gli operai del Comune, hanno messo in sicurezza il sito e rimosso le macerie.

Barca in difficoltà

Sempre domenica 6 novembre una grande barca a vela di oltre venti metri si è incagliata a causa del mare grosso e del forte vento nelle acque di fronte alle bellissime spiagge di “La Caletta” a Siniscola. I quattro occupanti dell’imbarcazione, che batte bandiera tedesca, una volta capito che la barca era diventata ingovernabile si sono lanciati in mare e hanno raggiunto la riva a nuoto.Nessuno è rimasto ferito.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Sul posto è intervenuta una motovedetta della Capitaneria di Porto di Sant’Antioco che, con la collaborazione di alcuni sommozzatori e con tantissime difficoltà causate dalle condizioni del mare, hanno messo in sicurezza la barca.

Allerta della Protezione Civile

Le previsioni degli esperti ieri hanno parlato chiaro: “A partire da oggi, e nelle prossime 24 ore – hanno assicurato all’Ansa i meteorologi - una grande afflusso di masse molto calde e con una forte umidità, si sta avvicinando alle nostre coste.

Di conseguenza, scontrandosi con masse d’aria più fredde, potranno creare forti precipitazioni associate a piogge e vento che potranno tramutarsi in temporali. Con possibili grandinate, fulmini e intense raffiche di vento. La situazione inizierà a migliorare da lunedì pomeriggio anche se le piogge continueranno almeno fino alla sera di martedì”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto