UFO e Civiltà Extraterrestri: quale Contatto? Una domanda alla quale il CUN - Centro Ufologico Nazionale cercherà di dare risposta il 12 novembre a Roma nel corso del Quinto Convegno Internazionale di Ufologia. L’interrogativo ammette un parere dai molteplici risvolti perché l’argomento è affascinante ma pure complesso: un contatto di massa con civiltà aliene potrà mai avvenire o c’è già stato con poche ed esclusive élite che detengono la chiave degli equilibri finanziari, politici ed economici del mondo? Le manifestazioni ufologiche che da sempre sono documentate nella storia dell’Uomo preludono a degli imminenti scenari di relazioni tra la Terra e civiltà galattiche più evolute, oppure si rimarrà ancora per molto a studiare un fenomeno che secondo gli scettici non è stato ancora confermato da prove ineluttabili? E se “Contatto” con gli alieni ci sarà, di che genere potrà essere, e come evitare possibili malintesi tra culture differenti?

Il tema del “Contatto”

Il Convegno si presenta, dunque, come un’occasione per fare il punto su questioni di carattere ufologico che inevitabilmente hanno una ricaduta sul vivere quotidiano, di recente anche dal punto di vista delle politiche elettorali: il tema è stato caro infatti ad Hillary Clinton, che nella propria campagna presidenziale ha puntato forte sul “disclosure” (rivelazione) di dossier ufologici riservati, complice pure la figura di John Podesta, il presidente della sua campagna elettorale, già consigliere di Barack Obama e capo di gabinetto della Casa Bianca del presidente Bill Clinton.

Podesta è noto anche per essere un appassionato di ufologia e per aver più volte pubblicamente parlato degli archivi ufficiali segreti americani sugli alieni. E mentre dal Canada all’America latina e dall’Europa all’Oriente continuano ad essere rilasciati file in cui viene documentata una ininterrotta attività di “veicoli non convenzionali” nei cieli e negli oceani, il CUN è già da diversi anni fautore dei Protocolli per il conseguimento del Contatto Iniziale con Extraterrestri presenti sul Pianeta Terra: realizzati congiuntamente al C.E.T.I. (Contact with Extraterrestrials Think-Tank Italy), riguardano non solo il “tipo di Extraterrestri con cui prendere contatto” ma pure il genere e lo scopo di contatto da ricercare, i criteri su cui impostarlo, i destinatari sulla Terra a cui i protocolli sono indirizzati e tutte le fasi preliminari necessarie all’elaborazione di un dialogo iniziale con civiltà (si presuppone) superiori.

I migliori video del giorno

Naturalmente l’aspettativa, in caso tutto ciò avvenga, è che non si presentino gli alieni protagonisti di film come Independence Day ma piuttosto di quelli dell’imminente Arrival.

I temi del Convegno

Il Convegno prevede la presenza di Dan Farcas, scrittore, ufologo, fisico e matematico romeno, relazioni sulle ultime attività e studi del CUN, sul rapporto tra UFO e Intelligence ed interventi sulle più recenti “produzioni orientate” del cinema americano. Durante i lavori verrà presentata la quinta edizione del Premio giornalistico nazionale ufologico “J. Allen Hynek”, assegnato ogni anno ai migliori articoli e alle migliori inchieste ufologiche svolte nel mondo della comunicazione stampata, web, televisiva e radiofonica. L’appuntamento è dalle ore 9:30 alle ore 19:30 presso la Sala Congressi Villa Maria, Largo G. Berchet 4.