L'insidia stavolta arriva dal cibo per i cani. Fsa, agenzia per la sicurezza alimentare inglese, ha disposto l'immediato ritiro di "Country Hunter", cibo per cani prodotto dalla Natures Menu. Sembra che tale alimento contenga un batterio altamente pericoloso sia per gli animali che per gli uomini. La Food Standards Agency invita tutti a stare alla larga da questo prodotto, perché si rischia di contrarre la salmonella.

Nessun rischio derivante dagli altri prodotti della Natures Menu

In queste ore è stato disposto il ritiro dagli store europei di questo cibo per cani molto apprezzato. "Country Hunter" è un alimento crudo congelato, costituito per l'80% da tacchino, pollo e manzo.

Il lotto incriminato è quello da un un chilo, recante il numero 13.122.017, con scadenza 13 dicembre 2017. Gli esperti ritengono che quest'alimento per cani potrebbe rivelarsi pericoloso anche per l'uomo. Infatti il pericolo sussiste anche se si viene a contatto con le ciotole che contengono, o hanno contenuto il prodotto: si rischia la salmonella.

Se l'alimento è stato acquistato e si avvertono i sintomi tipici della salmonella (diarrea, vomito, febbre alta e nausea), bisogna subito recarsi in ospedale. Non risultano contaminati, invece, tutti gli altri prodotti della Natures Menu.

Chi ha acquistato il cibo per cani "Country Hunter" non deve assolutamente utilizzarlo. Se si ha bisogno di ulteriori informazioni a riguardo, si può chiamare il numero 0800 0.183.770, o inviare una email al seguente indirizzo: customerservices@naturesmenu.co.uk.

C'è il rischio che molte confezioni vengano vendute ancora sul web

In Italia ci sono diversi rivenditori dei prodotti Natures Menu, ma al momento la maggiore preoccupazione riguarda gli acquisti che si effettuano in rete. Sebbene sia stato sospeso l'arrivo in Italia del cibo per cani incriminato, c'è il rischio che molte confezioni vengano ancora vendute sul web nei prossimi mesi.

Nelle prossime ore il Ministero della Salute dovrebbe diffondere una circolare per imporre alle Asl di effettuare accertamenti negli store italiani che vendono cibi per animali.

Craig Taylor, CEO della Natures Menu, ha spiegato, nelle ultime ore, che nelle materie prime usate dall'azienda per produrre cibo per animali vi sono batteri vivi.

Gli alimenti crudi, inoltre, non sono sterilizzati.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!