Prima si è scagliato contro la povera madre strattonandola ripetutamente e con violenza. Poi, un 46 enne di Oristano, ieri mattina in via Gennargentu, ha colpito in testa con un grosso martello un muratore che era accorso a soccorrere la donna. C’è voluto l’intervento di Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco e anche un’ambulanza del 118 per riportare la situazione alla normalità.

Anche perché l’uomo, in preda ad una furia incontrollabile, aveva deciso di lanciare dalla finestra della sua abitazione dei blocchetti di cemento che chiaramente sono andati a colpire un’auto parcheggiata lungo la strada.

Dopo numerosi tentativi e non con poche difficoltà le forze dell’ordine e i sanitari sono riusciti a far salire il 46 enne su un’ambulanza per poi trasportarlo all’ospedale San Martino di Oristano dov’é tuttora ricoverato in trattamento sanitario obbligatorio. La mamma, molto spaventata, per fortuna ha riportato leggere abrasioni.

Paura e delirio in via Gennargentu

Era il primo pomeriggio di ieri, mercoledì, quando un uomo in preda probabilmente ad un raptus di follia ha dato in escandescenze, minacciando la madre e strattonandola con violenza all’interno del l’appartamento in cui abitano. I vicini, sentendo le urla disumane, hanno immediatamente avvertito le Forze dell’Ordine e, nel frattempo, un muratore che aveva assistito alla scena ha tentato di riportare la situazione alla normalità ma si è beccato una martellata in testa.

A quel punto è intervenuta un’altra persona che però e stata morsicata alla mano e colpita con violenza.

La minaccia di lanciarsi nel vuoto

Non contento l’uomo si è affacciato al balcone e ha minacciato di buttarsi non prima di scagliare un blocchetto di cemento che ha colpito una Fiat Panda che era parcheggiata sotto la sua abitazione, mandando in mille pezzi il parabrezza in vetro.

Mentre tentava di prendere una bombola del gas e lanciarla dal balcone è stato fortunatamente bloccato dall’intervento delle Forze dell’Ordine che l’hanno immobilizzato dopo aver avuto numerose difficoltà. L’umo è stato fatto salire su un’ambulanza e accompagnato all’ospedale. Per tutta la durata dell’intervento la via Gennargentu è stata chiusa al traffico per motivi di sicurezza.