Chi si trovava nell'hotel Rigopiano quando è stato investito e spazzato via dalla valanga di neve? A distanza di un giorno dalla tragedia, ci sono molti aspetti da chiarire in merito alla richiesta dei soccorsi e alla loro tempistica, ma quello che davvero conta è cercare di salvare quante più vite possibili.

Chi erano gli ospiti dell'hotel Rigopiano

Tra ospiti e personale della struttura, secondo le prime indagini, erano 35 le persone presenti al momento dell'impatto che ha letteralmente distrutto tutto.

Il bilancio attuale riporta quattro persone ritrovate morte e alcune forse localizzate, ma mentre i cani di salvataggio continuano a cercare odori e a fornire indicazioni utili alle speranze dei soccorritori, il tempo passa e la situazione appare sempre più drastica. Tra le persone disperse ci sono il Sig. Del Rosso, architetto e proprietario del resort che preoccupato per la troppa neve, aveva lanciato un allarme e chiesto ai suoi ospiti di abbandonare la struttura, ma purtroppo la valanga stando alle prime ricostruzioni ha travolto tutti quanti proprio quando erano presenti nella hall con le valigie in mano pronti ad andare via.

Per Claudio Baldini e la moglie Sara Angelozzi, questa vacanza era stata un regalo, mentre Stefano Feniello, 27enne originario di Salerno che da anni per lavoro viveva a Silvi Marina in Abruzzo, era lì per festeggiare il suo compleanno con la fidanzata Francesca Bronzi. Doveva essere una fuga d'amore all'insegna del relax anche per l'ex pilota della Ryanair Marco Tanda, 25 anni e per la sua amata compagna Jessica Tinari di professione estetista; come anche per il proprietario della pizzeria Peter Pan di Giulianova, Vincenzo Forti e per la sua fidanzata, la studentessa di Scienze della Comunicazione all'Università di Teramo, Giorgia Galassi.

Una famiglia intera tra i dispersi è quella composta dal poliziotto Domenico Di Michelangelo, 41 anni che prestava servizio a Osimo, dalla moglie Marina Serraiocco, 37 originaria di Popoli e dal loro bambino di 6 anni. Anche Luciano Caporale e Silvana Angelucci entrambi parrucchieri di Castel Frentano erano arrivati all'hotel Rigopiano domenica nel pomeriggio per poi ripartire martedì. Erano invece separati dalla loro bambina di 5 anni lasciata dai nonni per una fuga romantica di coppia, i due genitori Giampaolo Matrone e Valentina Cicioni di Monterotondo.

I dispersi che lavoravano nel resort Rigopiano

Non si hanno ancora notizie del receptionist, Alessandro Ricetti, 33enne laureato in lingue straniere per la comunicazione internazionale che pochi attimi prima della valanga aveva chiamato la mamma; dell'estetista Cecilia Martella, che si occupava della gestione del salone di bellezza, della cuoca Ilaria di Biase, originaria di Archi giovanissima a soli 22 anni si occupava da tre anni della cucina della struttura, e del dipendente Emanuele Bonifazi, 31enne di Pioraco, Macerata. Infine c'è, Luana Biferi, originaria di Bisenti, che poche ore prime scriveva su Fb: "Bloccata da tre metri di neve".

Le storia del sopravvissuto Giampiero

Adriana Parete, moglie del cuoco Giampiero, si era svegliata con un leggero mal di testa e aveva chiesto al marito di andare in macchina a prendere un medicinale. Quando però il marito stava rientrando, in pochi attimi ha visto dinanzi a sé crollare una montagna di neve sull'hotel Rigopiano dove Adriana lo aspettava con i suoi bambini, di 6 e 8 anni. Al momento Giampiero Parete, il primo a lanciare l'allarme e cercare aiuto, è l'unico superstite della tragedia mentre della sua famiglia non si hanno ancora notizie.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto