Andrea Sempio si è trovato improvvisamente coinvolto nelle indagini per il delitto di Garlasco. Da essere completamente estraneo alla vicenda a vedersi considerato come il nuovo sospettato. La situazione è ancora particolarmente confusa, e anche se ci sono degli elementi che non tornano in tutta questa storia, vi sono anche parole messe in bocca ad Andrea Sempio, che secondo quanto egli stesso ha affermato davanti ai giornalisti, non ha mai pronunciato. I primi tempi Andrea ha evitato giornalisti e mondo esterno, facendo parlare il padre al posto suo, oggi non solo è meno preoccupato, ma non evita i cronisti che gli fanno domande.

Andrea Sempio intervistato

Molti giornalisti hanno cercato Andrea Sempio per un'intervista, e questo fin dai giorni successivi all'uscita del suo nome come indagato del delitto di Garlasco.

I primi tempi Andrea Sempio si è negato a chiunque e si è chiuso in casa, poi quando è passato lo choc momentaneo per essersi visto sbattuto in primo piano per l'omicidio di Chiara Poggi, ha cercato di ricominciare a condurre una vita normale. Tornato a lavoro presso il negozio di telefonia all'interno del centro commerciale iper di Montebello della Battaglia, è stato raggiunto da un cronista del quotidiano 'Il Giorno' che ha gentilmente chiesto se poteva fargli qualche domanda. Lui è apparso molto sereno e ha accettato senza riserve.

'Leggo cose che io non dico'

Non si è sottratto al giornalista de Il Giorno Andrea Sempio, e ha parlato molto tranquillamente della vicenda che lo vede coinvolto. Alcune volte c'è spazio anche per accennare un sorriso. 'Sono sereno e cerco di condurre una vita normale, ovviamente per quello che si può in una situazione come la mia'.

I migliori video del giorno

Il cronista gli fa notare che i giornali hanno scritto della sua richiesta di essere difeso da un legale, e chiede a lui conferma. Andrea Sempio, sempre con fare imperturbabile replica: 'Leggo delle cose. Io non sto parlando. Escono lo stesso delle cose che non dico. Non so come escano. Io poi le leggo'. Dice questo e non aggiunge altro.

Un Andrea Sempio senza timore

È stato tranquillo e sorridente per tutto il tempo che il cronista è rimasto con lui, lo ha salutato con una stretta di mano sia quando il giornalista si è presentato, sia quando si è congedato. Aveva un tono pacato e non mostrava ansia. Quando il giornalista gli ha dato il biglietto da visita per lasciargli il numero di telefono, Andrea Sempio si è anche lasciato andare ad una battuta: 'Ti ringrazio, ma credo di averli già tutti i numeri di telefono'. Ovvio riferimento al fatto che non è stato l'unico ad avvicinarlo in questo periodo per un'intervista. Finita la chiacchierata è tornato al suo lavoro, perdendosi tra gli scaffali del negozio di telefonia.