Un'altra tragedia si è consumata ieri nella penisola. A rimetterci la vita questa volta è stato un bambino di due anni, morto in seguito all'annegamento in un canale. Inutile l'allarme lanciato dalla madre: per il piccolo, ritrovato qualche minuto dopo, non c'è stato nulla da fare.

Le dinamiche

Ancora non sono state chiarite del tutto le dinamiche relative all'incidente occorso al bambino. Il piccolo si chiamava Norman, aveva solo due anni e viveva a due passi dal canale artificiale che scorre tra Piemonte e Lombardia, per la precisione a Galliate, in provincia di Novara.

E proprio in quel canale ieri è scivolato in maniera accidentale, senza uscirne vivo. Lì vicino c'è il diramatore Vigevano, e il piccolo viveva da quelle parti, in una roulotte in quello che, nel corso degli anni, si è trasformato in un vero campo nomadi.

Dopo essere caduto in acqua, per lui è stato impossibile salvarsi: il corpo pertanto è stato ritrovato molto tempo dopo e recuperato nella zona di Romentino. L'allarme è stato dato lanciato dalla madre, la quale, non riuscendo più a trovare il figlio per qualche minuto, si è preoccupata immediatamente chiamando i soccorsi.

Tempestivo è stato l'intervento della guardia medica del 118, la quale tuttavia ha potuto solo constatare il decesso già avvenuto in precedenza del piccolo Norman pur cercando di rianimarlo. Assieme all'ambulanza sono intervenuti anche i Carabinieri, i quali hanno preso il caso in custodia e stanno indagando per ricostruire al meglio le dinamiche. C'è stato anche l'intervento di Vigili del Fuoco, i quali si sono presentati sul posto anche con un elicottero.

Le parole del sindaco

Per il triste accaduto ha voluto spendere qualche parola il sindaco della città di Galliate Davide Ferrari.

Ai microfoni della nota testata giornalistica del Corriere della Sera, il primo cittadino ha dichiarato le seguenti parole: "Una volta capito che era finito in acqua, la nostra speranza si è dovuta rassegnare alla realtà. Sarebbe stato impossibile trovarlo ancora vivo. La nostra speranza principale è che il piccolo si trovasse nel campo di granoturco che si trova al lato opposto della strada vicino il campo". Ha voluto poi rilasciare qualche frase relativa alla messa in sicurezza dell'impianto: "Lungo il diramatore le barriere sono assenti in diversi punti, ma con ogni probabilità non sarebbero servite a nulla. Purtroppo un bambino di due anni riuscirebbe ad infilarsi ovunque, con o senza la presenza di barriere come quelle del diramatore".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto