Sono circa 100 i migranti coinvolti nel nuovo caso di cronaca in Francia precisamente a Calais, numero non ancora preciso poichè la rissa non è ancora stata sedata completamente. Immigrati etiopi ed eritrei sono i protagonisti dell'accaduto. Per ora non ci sono vittime ma solamente alcuni feriti in modo lieve, non si è ancora capito quale sia stato il reale motivo che ha poi portato alla maxi rissa.

Etienne Desplanques, responsabile della prefettura ha addirittura aggiunto che non è il primo caso e che anzi, già il 30 Giugno, ci sono stati diverbi e disordini, tra l'altro i due gruppi erano muniti di bastoni con cui hanno provocato ben nove feriti. Tuttavia, tempestivo è stato l'intervento delle forze dell'ordine francesi ed è solo grazie a loro se questa brutta parentesi non è divenuta una tragedia.

Francia, un paese senza pace

Sembra davvero che in Francia la situazione generale non sia delle migliori. Da una parte i più evidenti atti terroristici che hanno tenuto banco, dall'altra questioni interne e politiche accompagnate da eventi come quello odierno a Calais che non danno tranquillità al paese. Un paese ormai devastato da situazioni sempre più difficili da placcare. Indubbiamente bisognerà restituire alla Francia l'ordine che merita, questo il nuovo e già costante pensiero fisso del nuovo presidente francese Emmanuel Macron.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Non mancano poi atti di sciacallaggio politico, in cui partiti opposti a quello dell'attuale presidente cercano di inveire accusando pesantemente Macron che però ha avuto ben poco tempo a disposizione per provare ad arginare le difficoltà già presenti.

Non solo terrorismo

Il terrorismo e simili vicende che hanno riempito di cronaca nera le pagine dei giornali francesi sembrano al momento un problema accantonato, seppur sempre all'allerta e con sistemi di sicurezza con occhio più vigile.

Arduo il compito del nuovo presidente francese a cui non resta che rimboccarsi le maniche per rialzare un paese in ginocchio e ritrovare il suo splendore. Intanto lo stesso Macron prova a rassicurare tutti, oltre alle parole però l'intero paese attende i fatti: occorrerà dimostrare in fretta in modo tale da cacciar via anche le inutili critiche delle opposizioni. Intanto la Francia non farà passi indietro nonostante i problemi elencati, nessuna barriera né morale né fisica.

La Francia punta molto sul futuro e lo fa anche l'Europa entrambe sicure di potersi risollevare.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto