L'avvocatessa Carmen di Genio, membro del Comitato Pari Opportunità della Corte d'Appello di Salerno è al centro delle polemiche dopo aver detto che: "Non possiamo pretendere che un africano sappia che in Italia, su una spiaggia, non si può violentare; probabilmente lui non conosce questa regola" e che gli immigrati li dobbiamo educare alle nostre regole. La frase sarebbe stata pronunciata durante un Convegno Nazionale sulla sicurezza e legalità, nel quale si è parlato anche di Stato di diritto, di terrorismo, integrazione e di leggi mancanti in alcuni paesi.

Chiaramente come era prevedibile la frase infelice ha scatenato numerose polemiche. L'intento del Convegno era lodevole, cioè sensibilizzare le persone contro la violenza di genere e approfondire le tematiche legate alla difesa personale. In pratica l'avvocatessa Di Genio ha posto un alternativa: o si decide di non fare entrare nel paese gli extracomunitari, aiutandoli nei loro territori, oppure se lo si fa bisogna integrarli ed educarli alle nostre regole di convivenza. Infelice l'esempio addotto nel tentativo di denunciare la mancanza di leggi in alcuni paesi e la mancanza di conoscenze di regole di convivenza di alcuni cittadini provenienti dall'Africa.

Carmen di Genio si è detta anche favorevole a regolamentare il flusso di immigrazione per prevenire e combattere il terrorismo. Poi la frase che ha scatenato il putiferio.

L'attacco degli esponenti del centrodestra

Ad attaccare l'avvocatessa di Salerno con veemenza sono stati esponenti del centro destra, Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia ha presentato un'interrogazione al ministro della Giustizia chiedendo che Di Genio sia allontanata dal comitato di cui fa parte.

Il senatore ha anche chiesto la radiazione dell'avvocatessa dall'Ordine degli avvocati perché dimostra una evidente inadeguatezza a svolgere il ruolo di difensore di chicchessia. Il senatore ha proseguito dicendo che si recherà personalmente a Salerno per seguire la vicenda da vicino.

A seguire sono arrivate le dichiarazioni di Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato, che ha preso spunto dalla frase per poter attaccare il governo sulla gestione degli immigrati.

Secondo il senatore leghista queste frasi dimostrano come la sinistra arriverà a sdoganare il reato di stupro se commesso da immigrati. "Un governo che avendo fatto arrivare in Italia negli ultimi tre anni più di mezzo milioni di africani, ora vuole dare a questa gente la licenza di stupro?" Il senatore si è detto anche allibito dal silenzio della Boschi che ha le deleghe alla Pari Opportunità.

Segui la nostra pagina Facebook!