Questa volta è successo a ravenna, una violenza fisica subita da una ragazza di quasi 19 anni, la vicenda drammatica è stata ripresa col telefonino di uno dei Due aggressori. La ragazza racconta i suoi ricordi sfocati di quella serata in quanto avendo passato il tempo con i suoi amici a bere, avrebbe ingerito quantità di alcool elevate nel locale il quale si erano recati. I suoi stessi amici le avrebbero presentato i suoi futuri aggressori. La ragazza riferisce che quella sera, appunto aveva bevuto troppo e che qualcuno l'avrebbe portata via dal locale di peso e la mattina dopo avendo smaltito la super sbornia, svegliandosi si è ritrovata con degli abiti da uomo addosso.

La ricostruzione

La vicenda accade nella notte tra il 5 e il 6 ottobre, mentre la segnalazione da parte dell'ospedale fatta alla polizia è avvenuta il 10 ottobre, quando la ragazza si è presentata lì con il suo fidanzato dichiarando la violenza fisica mentre invece la querela sarebbe stata effettuata dalla ragazza il 13 di ottobre: quindi un tormento di una settimana, prima di agire ricostruendo i suoi ricordi annebbiati dall'alcool ingerito in quella serata.

Le indagini

Il sostituto procuratore, pm Angela Scorza, ha coordinato le indagini le quali hanno fatto risalire ai due stranieri, un senegalese di 27 anni e un romeno di anni 26, i quali sono stati arrestati dalla squadra mobile di Ravenna e quando gli sono stati sequestrati gli smartphone ecco che trovarono le prove a dir poco agghiaccianti della violenza sulla ragazza tramite una videoripresa effettuata dal senegalese di 27 anni.

Il drammatico video che inchioda gli aggressori

Nelle riprese del video si vede il romeno 26 enne che mette in atto una sequenza di violenze squallide nei confronti della giovane ragazza, nel quale comincia con lei adagiata nel piatto della doccia, quasi priva di sensi dove il romeno con un tubo flessibile gli getta addosso acqua fredda. Nel mentre si sente il commento di una donna la quale esterna il suo dispiacere per la ragazza, poi il romeno controbatte dicendole che quella è una cosa che effettua su se stesso quando è ubriaco.

La scena successiva avviene sul divano, dove la ragazza è evidentemente non cosciente e inconsapevole di ciò che le accade, mentre il romeno si volta verso le riprese più volte, compiaciuto e sorridente nel mentre compie il suo atto di violenza nei confronti della giovane. Tutte le circostanze emerse da quelle riprese hanno fatto escludere dalle indagini tutti i dubbi che la ragazza fosse consenziente all'atto, cosa che i due stranieri sostenevano, negando la violenza. i due aggressori sono stati arrestati sul fermo disposto dal pm e dal gip Rossella Materia, nel mentre continuano le indagini per verificare che non ci siano altri coinvolgimenti da parte degli amici presenti nel locale con la ragazza.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto