Mosca: oltre 700 persone sono state evacuate, durante la giornata di ieri, ed erano in vari centri commerciali e nel teatro di Bolshoi. In tale teatro si sarebbe dovuto tenere un concerto dedicato al 100esimo anniversario della Rivoluzione Russa. Il servizio stampa del teatro Bolshoi ha annunciato che ieri è stato annullato solamente uno spettacolo teatrale,e che al più presto riprenderà servizio. A quanto pare, sembra che si tratti veramente di un falso allarme perchè finora non è stato ritrovato nessun tipo di ordigno esplosivo in tutti i luoghi che sono stati evacuati.

Pare che sia stata proprio una telefonata anonima che ha fatto scattare la procedura di emergenza che si innesta in casi di attentati terroristici.

Terrorismo telefonico

Da mesi in molte città Russe, sono state ricevute delle telefonate anonime che avvisavano che c'erano degli ordigni esplosivi in alcuni luoghi della capitale Russa. Potrebbe esistere un gruppo di persone che provocano il panico facendo queste chiamate anonime, anche se non si è venuti a conoscenza se si tratta di una cellula jihadista oppure di un altro gruppo che potrebbe non avere niente a che fare con il terrorismo. Difatti, non è la prima volta che avviene un fenomeno del genere in Russia. Anche il 14 settembre 2017 sono state ricevute parecchie telefonate anonime da alcune persone, le quali segnalavano alcuni ordigni che erano stati posti in luoghi molto affollati della capitale Russa.

Tuttora sono in corso delle indagini, da parte delle forze dell'ordine Russe, per capire da chi provengono queste chiamate anonime. Fino ad ora è stato scoperto che queste chiamate arrivano da alcuni servizi messenger, ma ogni messaggio in uscita ha un diverso indirizzo IP.

Protesta anti Putin a Mosca

Ieri a Mosca si è tenuta anche una protesta, non autorizzata, anti Putin, che è stata organizzata dall'ultranazionalista Vyacheslaw Maltsev.

Molta gente si era riunita per protestare contro Vladimir Putin. La polizia ha arrestato alcuni partecipanti che facevano parte della protesta. Ieri sono state arrestate circa 380 persone, ed alcuni protestanti sono stati arrestati proprio nei pressi del Cremlino ed altre persone sono state arrestate a San Pietroburgo. Maltsew avrebbe organizzato la protesta, tramite un sito internet, chiedendo ai suoi sostenitori una "rivoluzione del popolo", e la fine del Governo di Putin. Pare che molti tra gli arrestati avevano con sé dei coltelli, tirapugni e anche pistole.