Il comportamento violento di Nikolas Cruz era già noto all'interno del liceo Shoneman Douglas di Parkland. Il ragazzo, classe 1998, 19 anni, aveva in più occasioni spaventato i suoi compagni di classe, rivolgendo a molti delle minacce dirette, per le quali era stato definitivamente espulso dall'istituto. Era anche un soggetto indisciplinato e insofferente alle regole. Molti suoi coetanei ritenevano Nikolas in grado di poter prendere parte ad un conflitto a fuoco. Anche per questo motivo gli era stato proibito di entrare nel campus con lo zaino, dentro al quale avrebbe potuto nascondere qualsiasi cosa.

Il suo account Instagram è stato chiuso

Nel suo account Instagram, che ora è stato chiuso, spesso e volentieri appariva in fotografia con delle armi in pugno. Il ragazzo possedeva anche un fucile AR-15. Da fonti del Pentagono si è venuto a sapere che sarebbe stato in grado di usarle, avendo partecipato ad un programma di addestramento militare junior. Come se non bastasse, da quanto ci è dato sapere, Nikolas è anche un ottimo cacciatore. Tutte le armi in suo possesso, che era obbligato a tenere sottochiave a casa sua, erano state acquistate legalmente. Questa sua mania delle armi e del suo continuo parlarne, ha fatto sì che i compagni individuassero in lui un possibile pericolo, una persona in grado di mettere in atto situazioni altamente pericolose a danno di tutti.

Una sciagura annunciata

La loro preoccupazione è stata purtroppo confermata dal dramma che si è verificato mercoledì scorso.

Questo è il contenuto di un ritratto dell'omicida, che uno studente ha rilasciato al canale WJXT locale. Gli studenti, esprimendosi sul loro compagno, lo dipingono come un ragazzo con seri problemi, che si lasciava andare a manifestazioni di ira improvvisa, che spesso sfociavano in azioni distruttive , come quella volta che ruppe una finestra a calci.

Ultimamente il ragazzo aveva postato messaggi molto inquietanti sui vari social network, ha commentato lo sceriffo della contea, Broward, dei quali non ha dato però nessun dettaglio. Purtroppo i segnali di violenza che scaturivano dall'immagine e dai comportamenti di Nikolas Cruz non sono stati sufficienti ad impedire ciò che accaduto nella scuola superiore della Florida, dove sono morti e feriti per mano sua giovani innocenti, in quella scuola dove si insegnava il rispetto e la cultura, e le aule e i cortili sono stati inondati del loro sangue.

Segui la nostra pagina Facebook!