Un assedio in piena regola degno della provincia Americana, quello che ha tenuto sotto scacco la città di Macerata stamane, stando alle prime ricostruzioni un'auto Alfa Romeo 147 di colore nero con a bordo una persona girava per la città sparando all'impazzata contro le persone ree solo di essere sulla sua strada.

Si contano già diversi feriti

Sarebbero già diverse le persone ferite in diversi punti della città, si parla di 7 feriti, una persona è stata segnalata in Corso Cairoli ed un'altra nei pressi della stazione ferroviaria, colpi d'arma da fuoco si sono uditi anche in Via dei Velini e Via Spalato, allertate prontamente le forze dell'ordine che hanno messo in atto posti di blocco in diversi punti della città quanto si apprende sono riusciti a bloccare l'auto con a bordo un uomo nei pressi di Pollenza.

Pubblicità
Pubblicità

Il Sindaco della città Romano Carancini informato dell'accaduto ha invitato la popolazione a non uscire di casa , sono stati fermati anche i mezzi pubblici ed invitate le scuole a non far uscire gli studenti, insomma uno stato di allerta che in questo momento interessa l'intero Capoluogo marchigiano.

L'auto sarebbe stato fermato nei pressi di Pollenza

L'Alfa Romeo nera che ha seminato il panico a Macerata sarebbe stata bloccata nei pressi di Pollenza, piccolo comune della provincia Maceratese a poca distanza dal capoluogo marchigiano a bordo vi sarebbe un giovane italiano residente a Macerata che per motivi tutti ancora da chiarire si è reso protagonista della violenta scorribanda che ha seminato il terrore nell'intera cittadina, stando alle prime ricostruzioni il ragazzo ha preso di mira persone straniere, qualcuno in tal senso ipotizza legami con l'omicidio Pamela Mastropietro omicidio recente e particolarmente efferato che ha avuto come teatro proprio la città di Macerata, le forze dell'ordine hanno provveduto al fermo del giovane ed al sequestro dell'arma, una pistola Glock usata per esplodere all'impazzata i colpi.

Si fa strada sempre più l'ipotesi di una vendetta

Le prime ipotesi di un legame dell'atto con il delitto di Pamela Mastropietro sembrerebbero trovare conferma nel fatto che le persone prese di mira dal folle sarebbero di nazionalità Nigeriana, la stessa nazionalità dell'assassino della ragazza romana barbaramente uccisa qualche giorno fa.

Prologo della cruenta sparatoria è stato Corso Cairoli dove verso le 11:10 di stamane sono stati feriti due giovani immigrati di colore poi è stata la volta di Via Velini dove è stato colpito un altro immigrato mentre una donna di colore è stata successivamente colpita nella zona della Stazione, successivamente l'auto si è diretta sempre esplodendo colpi d'arma da fuoco verso la zona dove sono stati rinvenuti i due trolley con all'interno il cadavere smembrato della povera Pamela Mastropietro.

Pubblicità

Leggi tutto