Genitori che picchiano i professori, alunni che bullizzano gli insegnanti ma anche maestre che se la prendono con i bimbi dell’asilo. Ultimamente abbiamo assistito a diverse denunce e video choc negli istituti scolastici italiani. L’ultimo episodio in ordine di tempo si è verificato all’Itc Carrara di lucca, dove un giovane studente ha minacciato il docente che gli aveva dato un voto basso. L’accaduto è stato ripreso da un compagno di classe con il telefonino e diffuso sul web.

Nel giro di pochi istanti le immagini sono diventate virali ed hanno scatenato la rabbia degli utenti social che hanno chiesto l’intervento delle autorità e massima severità nei confronti dello studente. Nella sostanza il giovane ha aggredito verbalmente l’insegnante, dopo un’interrogazione andata male, ed ha tentato di sottrargli il registro elettronico per modificare la valutazione. “Lei non ha capito nulla, chi è che comanda qui, non mi faccia inca...re”.

Le invettive per il brutto voto: "Inginocchiati"

Il tono della voce dello studente si faceva sempre più deciso mentre alcuni compagni di classe ridevano e sogghignavano per la ‘performance’ dell’amico. L’insegnante si è alzato dalla sedia ed è riuscito ad evitare che il giovane afferrasse il registro. Nonostante ciò il giovane ha continuato ad inveire contro l’uomo invitandolo ad inginocchiarsi ed a mettergli sei.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

Senza proferir parola il professore non si è scomposto davanti agli improperi di quell’alunno indisciplinato. Nelle ore successive il filmato è stato condiviso sui social ed inoltrato via WhatsApp. Della vicenda è stato informato il preside dell’istituto scolastico, l'accaduto è finito sul tavolo della Procura dei minori di Firenze con gli agenti della Digos che hanno rapidamente individuato i responsabili della ‘bravata’.

L'inchiesta della Procura dei minori di Firenze

Tre alunni della classe dove si è verificato l’episodio di bullismo sono stati iscritti nel registro degli indagati con l’accusa violenza privata e ingiurie. Gli adolescenti dovranno rispondere anche dei quattro video senza schermature diffusi su internet nelle ore successive all’aggressione verbale. Le immagini sono state sequestrate mentre il dirigente scolastico si è recato in Questura per ricostruire quanto accaduto.

Non sono da escludere provvedimenti disciplinari nei confronti degli altri studenti della classe, nota per essere piuttosto vivace.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto