Il Deejay avrebbe spaccato una bottiglia di vino e con i cocci si sarebbe ferito ai polsi o al collo. avicii si è suicidato lo scorso 20 aprile nella sua stanza d'albergo a Muscat, in Oman. Accanto al suo corpo molte confezioni di medicinali vari, tra cui antidolorifici. Questa la notizia raccolta dal sito americano TMZ, che riporta le voci di alcune fonti anonime, anche se di conferme su dove sia stato inferto il colpo non ce ne sono. Le fonti riferiscono che il frammento di vetro che ha utilizzato il deejay ha causato una grandissima perdita di sangue.

Conferma di suicidio anche dalla famiglia dell'artista

La famiglia di Avicii, già nei scorsi giorni aveva fatto intendere che la causa della morte fosse stato il suicidio. Recentemente i familiari avevano dichiarato che "non poteva più andare avanti, voleva trovare la pace". Il deejay soffriva da molto tempo di depressione, causata anche dal suo lavoro. La vita del produttore svedese è stata tormentata da un consumo eccessivo d'alcool dalla cui dipendenza aveva sviluppato poi una brutta pancreatite.

Combatteva da anni contro questi problemi, come riportato da numerosi suoi amici.

Dopo la morte dello svedese Tim Bergling, i tributi per lui, in tutto il mondo, si sono moltiplicati. Il pezzo Wake me up è stato suonato dalle campane della Torre del Duomo Olandese di Utrecht, mentre a Stoccolma, città natale del deejay, centinaia di persone si sono raccolte in un flash mob nella piazza principale.

Tributi anche dal Coachella Festival, da parte dei performer sul palco, come quello di Kygo. La visione del documentario a lui dedicato "Avicii: true stories" fa emergere elementi fondamentali della vita del ragazzo.

Tramite la sua fondazione, House of Hanger, il deejay aveva raccolto circa un milione di dollari nel 2014 per la lotta contro l'HIV. Un anno dopo, aveva donato un milione di euro per la lotta contro la malnutrizione dei bambini in Africa all'associazione di carità Radiohjalpen, grazie alla vendita dei biglietti per il suo tour.

La dedica di Rita ora

La cantante americana rita ora ha stoppato il suo concerto a metà, al 538Koningsdag, per rendere omaggio al DJ. Davanti a migliaia di persone si esibisce sulle note di "Lonely Together", scritta in collaborazione con il produttore scomparso. "Lonely Together" è stato l'ultimo brano rilasciato da Avicii prima della sua tragica scomparsa. Aveva solo 28 anni. Tantissime le collaborazioni avute con tanti big della musica internazionale.

Segui la nostra pagina Facebook!