Si sono insospettiti quando quel “mastino tibetano”, acquistato due anni prima quando era solo un cucciolo, è arrivato a pesare più di 110 chilogrammi e ad alzarsi sulle zampe posteriori. E le perplessità si sono concretizzate quando i veterinari hanno sentenziato che quel “cane” così grande era in realtà un orso, anzi un orso nero asiatico, una razza in via d’estinzione. Il tutto è accaduto in Cina [VIDEO], nella provincia dello Yunnan, nella città di Kunming.

Volevano “solo” un mastino tibetano…

La famiglia cinese aveva acquistato il cucciolo credendo che fosse un mastino tibetano, una razza molossoide “da montagna” i cui esemplari maschi possono arrivare a pesare anche 70 chili.

Ma quel cucciolo cresceva veramente tanto, anzi troppo. Dopo due anni il piccolo (si fa per dire) Little Black – questo il nome dato al presunto cane – è arrivato a pesare oltre 110 chili e a mangiare ogni giorno due pacchi di pasta e una cesta di frutta.

Tutto questo doveva bastare alla famiglia della signora Sun Yu, che aveva comprato l’animale durante una vacanza, per far sorgere qualche "leggerissimo sospetto", come avrebbe detto Paolo Villaggio, ma l’affetto ha avuto ragione della logica. Almeno sino a quando Little Black non ha iniziato ad alzarsi sulle zampe posteriori e la signora – che ha ammesso di “avere un po’ paura degli orsi”… - si è convinta contattare lo Yunnan Wildlife Rescue Center.

Orso addomesticato, ma meglio sedarlo

I veterinari, giunti sul posto, non hanno avuto dubbi: quel cane un po’ troppo cresciuto era un orso nero asiatico, noto anche come orso dal collare, una razza in via di estinzione e quindi tutelata.

Immediata la decisione di trasferirlo al Rescue Center, anche e soprattutto in considerazione dei rischi che correva la famiglia, tanto inconsapevole quando sprovveduta. Il trasporto è stato effettuato dopo aver preso tutte le precauzioni, compresa quella di sedare Little Black: perché nonostante i due anni di vita in regime domestico, l'ormai ex cucciolo è pur sempre una montagna di muscoli con zanne e artigli.

Ora Little Black vive serenamente allo Yunnan Wildlife Rescue Center, al riparo anche da possibili sfruttatori, perché la bile degli orsi dal collare viene usata da millenni nella medicina tradizionale cinese [VIDEO] per curare patologie del fegato. Ed è anche in buona compagnia: il centro ospita un altro orso, scambiato per “cane randagio” quando, ancora cucciolo, vagava in una foresta e una volpe che un'altra signora cinese stava allevando pensando, tanto per cambiare, che fosse un cane…