Il noto calciatore della Juventus, Claudio Marchisio, è stato, suo malgrado, protagonista di un'accesa polemica nata sul web, in particolare sul social network Instagram. Infatti, il centrocampista bianconero ha postato una fotografia in cui lo si vede con un cartello fra le mani, in favore dei rifugiati. Per questa immagine, Marchisio è finito nel mirino degli utenti che lo hanno sommerso di critiche.

Marchisio a favore dei rifugiati, ma gli utenti lo criticano pesantemente

Tutto è iniziato con una foto postata da Claudio Marchisio, in cui il giocatore della Juventus [VIDEO]e della nazionale italiana appare in bianco e nero con in mano un cartello, su cui compare la scritta #WithRefugees.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Questo cartello, la cui traduzione letterale è "con i rifugiati", è stato ideato per sostenere la campagna dell'Unhcr, l'Agenzia Onu che si occupa proprio di chi abbandona il proprio paese.

Marchisio si è messo, dunque, a disposizione di questa campagna umanitaria, una richiesta d'aiuto nei confronti dei bisognosi: una foto che, però, ha scatenato una serie di reazioni molto dure da parte degli utenti social. Infatti, tra i commenti alla foto, si possono leggere frasi come "Bravo, ma portateli a casa tua" oppure offese come "Sei un buonista, è facile parlare e fare del moralismo quando si è milionari".

C'è anche chi ricorda: "Ma lo sai quanti italiani sono in condizioni di abbandono assoluto e senza lavoro? Però, per loro, non fate niente, perché non aiutate con i vostri miliardi, invece di mettere in atto queste scene ridicole? A breve ce ne dovremo andare noi da qui e vedremo se qualcuno si mobiliterà". Infine, un altro commento durissimo: "Finto e ipocrita, come tanti altri".

La delicata situazione dell'immigrazione sul piano politico

Il famoso calciatore mai si sarebbe aspettato di suscitare tutte queste polemiche. In ogni caso, tutto ciò fa comprendere quanto il tema che riguarda i rifugiati e gli immigrati sia assolutamente spinoso e delicato. Marchisio, infatti, è stato accusato di trovarsi in una posizione troppo vantaggiosa per poter parlare seriamente di questo fenomeno.

Di sicuro quanto accaduto merita una riflessione, anche e soprattutto da parte di chi è chiamato a gestire il fenomeno migratorio, a partire dal nostro governo e dal ministro degli interni Matteo Salvini [VIDEO], fino ad arrivare all'Unione Europea. Per rispetto della cronaca, occorre, comunque, dire che non sono mancati neppure i messaggi di sostegno alla causa umanitaria promossa da Claudio Marchisio.