Una 32enne, residente in Russia, aveva notato strani noduli sul suo viso dopo un viaggio in una zona rurale, poco lontano da Mosca. Quei rigonfiamenti si muovevano. La donna non riusciva a comprendere cosa le stesse succedendo, motivo per cui si era recata dal medico. Immenso il suo stupore dopo aver appreso che aveva un verme parassita che si muoveva nel viso. Le protuberanze erano comparse dopo un paio di settimane, dapprima sotto e sopra l'occhio sinistro. Il labbro superiore, inoltre, era molto gonfio.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Salute

Russia, medico scopre il problema grazie ad alcuni selfie

Il luminare Vladimir V. Kartashev dell'università di Rostov, in Russia, ha ipotizzato la presenza di un verme [VIDEO] nel volto della donna dopo aver osservato alcuni selfie.

La 32enne infatti, aveva immortalato i rigonfiamenti ed aveva conservato gli autoscatti per mostrarli all'esperto qualora le protuberanze non fossero scomparse da sole. L'esperto ha rivelato di essersi trovato in situazioni simili già altre volte, aggiungendo che la 32enne non accusava particolari sintomi, oltre al bruciore e al prurito localizzato e temporaneo. Il medico ha asportato il verme dal viso della paziente e l'ha esaminato in laboratorio, accertando che si trattava di un Dirofilaria repens, verme cilindrico che spesso aggredisce i cani. Il parassita che aveva creato diverse protuberanze sul volto della 32enne russa era lungo circa 9 millimetri.

Questo tipo di verme può causare anche elefantiasi e cecità

L'equipe di medici russi, diretti dal dottor Kartashev, ha rimosso il verme [VIDEO] mediante un intervento chirurgico.

Sembra che quel tipo di parassita sia in grado di spingersi anche nel sistema immunitario degli uomini e provocare cecità o elefantiasi. La donna russa avrebbe deciso di recarsi dal medico quando il labbro superiore si era gonfiato notevolmente. Era molto preoccupata per le dimensioni abnormi di quel labbro. Il dottor Kartashev non ha impiegato molto a scoprire l'origine del problema. Sarebbero stati i morsi delle zanzare a provocare il tutto. In Russia e in Bielorussia non sono rari i casi di soggetti con vermi che vivono sotto la pelle delle persone. Secondo una ricerca condotta 3 anni fa, tra il 1997 e il 2013, nelle suddette nazioni tale condizione è stata diagnosticata 1.272 volte. Le zanzare ed altri insetti che pungono diventano dei veri e propri vettori dei vermi perché quest'ultimi vi depositano le uova.