Una donna viene investita da un treno [VIDEO], alla stazione di Piacenza, e mentre gli operatori sanitari la soccorrono un ragazzo si scatta un selfie. La foto che mostra il giovane mentre si fa l'autoscatto davanti al corpo dilaniato della donna, a cui è stata amputata una gamba, è stata scattata dal giornalista Giorgio Lambri. Lo scatto risale allo scorso 26 maggio 2018 ma è stato pubblicato nelle ultime ore dal tabloid Libertà. Gli agenti della Polfer hanno subito fermato il ragazzo, costringendolo a cancellare immediatamente quella foto. Il giovane, inizialmente stizzito, ha eseguito l'ordine dei poliziotti.

Giovane faceva il segno di vittoria nel selfie

Il selfie scattato dopo l'incidente alla stazione ferroviaria di Piacenza ritraeva il ragazzo che faceva il segno 'V' di vittoria con la mano.

Gli uomini della Polfer, dopo aver obbligato il giovane ad eliminare la foto dal suo telefonino, hanno valutato la sua posizione ma, a quanto pare, non gli si può contestare nessun reato. Secondo le ultime informazioni, la donna a cui è stata amputata la gamba è una canadese. Sembra che sia scesa dalla parte sbagliata del convoglio.

Le vittime della 'selfite'

Anche il giovane che si è fatto l'autoscatto davanti ai binari della stazione di Piacenza è vittima della 'selfite', ovvero la tendenza a scattarsi selfie sempre e ovunque. Sono anni che molti studiosi stanno cercando di comprendere se la mania di scattare i selfie sia un trend momentaneo o una moda per appagare qualche bisogno psicologico. Tra i luminari che hanno condotto indagini approfondite al riguardo c'è il professor Giuseppe Riva, docente di Psicologia e Nuove Tecnologie della Comunicazione dell'Università Cattolica di Milano.

Dallo studio condotto dal professor Riva è emerso che il 39% dei soggetti che scattano selfie cerca di far divertire e sorridere gli altri; il 30% lo fa per vanagloria e, invece, il 21% per narrare una circostanza della propria vita. Un altro studio sui selfie, condotto, da Survey Online mostra il presunto collegamento tra narcisismo e la volontà di scattare e condividere tanti autoscatti. Il ragazzo che ha scattato il selfie davanti [VIDEO] alla donna investita da un treno, a Piacenza, probabilmente avrebbe condiviso il contenuto sui social. La Polfer, però, lo ha bloccato e gli ha imposto di rimuovere subito il selfie dal suo cellulare. L'immagine è stata rimossa ma il fatto è rimbalzato su molti tabloid.