Un 43enne di Qualiano (un comune italiano di 25.704 abitanti della città metropolitana di Napoli in Campania) è accusato di aver commesso diverse violenze sessuali nei confronti di due bambine di 11 e 12 anni mentre era agli arresti domiciliari, proprio per scontare una pena riguardante altre violenze sessuali da lui commesse mesi prima. Nelle ultime ore è scattato l'arresto, anche se i fatti sono accaduti circa due mesi fa, ovvero a maggio, data corrispondente anche a quella delle denunce dei familiari delle presunte abusate dal 43enne.

Stando a quanto riportato dai colleghi di TgCom24, i genitori avrebbero sporto denuncia alle autorità competenti non per un singolo episodio di violenza, ma per più abusi subiti delle bambine di 11 e 12 anni.

Quest'ultime (si tratta di minori, quindi in audizione protetta) sono state ascoltate dalle forze dell'ordine [VIDEO] alle quali hanno confermato le versioni rilasciate dai genitori, ribadendo le violenze subite con l'aggiunta di particolari agghiaccianti che non sono stati ovviamente rivelati dalle autorità, che hanno giustamente preferito farle restare all'interno delle mura degli uffici giudiziari.

La Procura di Napoli: 'l'uomo ha approfittato dell'inferiorità psichica delle piccole'

In una nota della Procura di Napoli Nord si legge: 'Particolarmente allarmante è apparso agli inquirenti l'apporto narrativo delle parti lese che delineava il susseguirsi di violenze subite dalle minori, in più occasioni, approfittando dell'inferiorità psichica di quest'ultime'. Cosi si è espresso il procuratore Carmine Renzulli, che molto probabilmente nelle prossime settimane non rilascerà altre dichiarazioni.

Nonostante le forze dell'ordine proseguiranno le indagini con una serie di accertamenti, il caso appare abbastanza chiaro [VIDEO] e delineato, con il 43enne che adesso si trova dietro le sbarre di un carcere.

Ovviamente rimane da capire come mai un uomo agli arresti domiciliari fosse a contatto con queste bambine, considerato che la misura preventiva era stata messa in atto proprio per altre violenze sessuali, anche se non è stato riferito se si trattasse di abusi su minori o meno. Si spera che casi come quelli denunciati ai carabinieri di Qualiano, coordinati dalla Compagnia di Giugliano che hanno eseguito l’ordinanza di arresto nei confronti dell’orco, non debbano più ripetersi, anche se al giorno d'oggi la cronaca è ricca di situazioni simili a quella del 43enne che avrebbe approfittato delle due bambine di 11 e 12 anni.