Una notizia pubblicata [VIDEO]dal tabloid britannico Mirror e riportata dal noto sito Fanpage.it, riguarda, purtroppo, una giovane diciassettenne russa che non potrà più avere figli a causa delle gravi conseguenze dell'assalto subito da parte dell'ex fidanzata del suo attuale compagno, coadiuvata da tra sue coetanee. Un'aggressione orrenda, premeditata, che farebbe venire la pelle d'oca a chiunque soltanto a pensarci, e che si è verificata nella città di Gubakham, nella regione di Perm Krai, in Russia.

Una violenza inaudita che la giovane Sara ricorderà per sempre

Ebbene, come già accennato, la giovanissima Sara Zagidullina, di appena diciassette anni, non potrà essere madre per il resto della sua vita dopo lo spaventoso attacco provocatole da Aleksandra Dulesova e tre sue amiche.

Il tutto sarebbe avvenuto a seguito della scoperta che la ragazza stava frequentandosi con un ragazzo di nome Igor.

Le assurde violenze sono cominciate nel momento in cui le giovani sono riuscite ad entrare nella casa della vittima. Prima di tutto le hanno rasato i capelli, dopodiché l'hanno costretta a praticare del sesso orale ad ognuna di loro per poi urinarle addosso a turno. Inoltre, come se non bastasse, le ragazze hanno trascinato in bagno con la forza la ragazzina e le avrebbero inserito il condotto della doccia nella sua vagina facendo scorrere acqua bollente.

Questa vera e propria tortura è durata per diverse ore e la povera Sara avrebbe addirittura rischiato di perdere la vita [VIDEO]. Una volta terminati i soprusi, le quattro criminali le hanno rubato anche dei soldi, un notebook e uno smartphone, oltre a diversi oggetti di valore.

Nonostante le condizioni precarie, la ragazza è riuscita a chiamare i soccorsi ma una volta giunti in ospedale, i medici hanno purtroppo constatato che il grembo della giovane donna era stato seriamente danneggiato e che quindi resterà sterile. Secondo le prime ricostruzioni delle forze dell'ordine, il tutto sarebbe scaturito dalla decisione di Igor di lasciare la sua ex dopo aver scoperto che quest'ultima era incinta. Dopo un periodo piuttosto breve, il giovane avrebbe cominciato un rapporto con Sara, la quale non era a conoscenza del suo passato fino al momento della violenza. Anche le altre tre ragazze sono state identificate e si trovano al momento in carcere, mentre Aleksandra è agli arresti domiciliari a causa del suo stato di gravidanza.