Il lavoro svolto dal Ministro dell'interno Matteo Salvini continua a far discutere [VIDEO] molti, dai partiti politici oppositori di questo governo, che considerano soprattutto quanto accaduto negli ultimi giorni con gli immigrati della nave Diciotti inaccettabile, ma anche chi appoggia l'operato del leader leghista. Ma a prescindere dalle varie posizioni, sul web si sta diffondendo un video che risulta provocatorio rispetto all'operato Salvini e che sta provocando numerose reazioni infastidite.

Lamin Ceesay: 'Salvini torniamo a casa col pedalò, ti accontentiamo'

Per essere più precisi, rispetto a quanto accaduto, l'autore del video, che ha come obbiettivo un attacco di risposta rispetto alle azioni di Salvini per fermare l'immigrazione, è il rapper di colore Lamin Ceesay.

Il giovane si è ripreso, probabilmente con uno smartphone, mentre si trovava in mare a fare un giro su un pedalò in compagnia di due amici africani e non ha perso l'occasione per pungere il ministro con un atteggiamento a metà strada fra il sarcastico e l'irriverente.

Il video è stato lanciato [VIDEO]dallo stesso ragazzo sul suo profilo personale Facebook e ha da subito attirato molti curiosi e commentatori che l'hanno reso praticamente un filmato virale. In esso Lamin afferma di aver affittato un pedalò con i suoi due amici e simula di tornare in Africa a bordo di questo mezzo, indirizzando in modo particolarmente ironico un messaggio al segretario del carroccio Matteo Salvini.

All'interno del video il ragazzo provocatoriamente e con la complicità dei suoi due amici dice: "non c'è bisogno di Ong, della Guardia Costiera, di scafisti o dell'esercito, ce ne torniamo in Africa da soli a bordo di questo pedalò, così ti facciamo contento".

Fra una parola e l'altra del giovane gli amici dicono in modo tagliente frasi tipo: "siamo i negri e non possiamo comprare biglietti", poi partono cori molto duri contro i fascisti apostrofati malamente, quindi il video si fa piuttosto polemico e capace di irritare in molti che la pensano come il ministro Salvini.

Di certo questo messaggio provocatorio sta creando polemiche, ma un primo obbiettivo l'ha già raggiunto, ossia quello di far parlare di sé e di rendere ancora una volta il tema dell'immigrazione uno dei più caldi in assoluto. Ecco il video realizzato mentre i tre africani sono in barca e mostrano la loro irriverenza nei confronti del segretario del carroccio: