Un uomo sudcoreano è stato costretto a farsi amputare la mano dopo aver contratto un'infezione batterica, in seguito all'assunzione di pesce crudo. Secondo quanto riportato dal New England Journal of Medicine, l'uomo di 71 anni si è recato al pronto soccorso locale dopo due giorni di sofferenza: la vittima aveva una forte febbre ed un lancinante dolore alla mano sinistra. Dopo moltissimi accertamenti, i medici del luogo hanno stabilito che il 71enne era affetto da diabete di tipo2, oltre che da ipertensione e problemi ai reni.

L'uomo, due giorni prima aveva pranzato in un noto ristorante di sushi della zona, ignaro del pericolo a cui stava per andare incontro.

Mano amputata dopo il sushi: il pericolo della vibriosi

Quando l'uomo si è rivolto al pronto soccorso, aveva già delle grandi vesciche sulla mano sinistra e sull'avambraccio. Dopo i primi accertamenti, i medici hanno rilevato che il 71enne soffriva diabete di tipo 2, ipertensione e si stava sottoponendo a dialisi a causa di una malattia renale ormai allo stadio terminale.

Dopo aver accuratamente studiato le vesciche, I chirurghi hanno compreso che l'uomo aveva contratto il vibrio vulnificus (vibriosi), un batterio che può causare infezioni della pelle o nel caso in cui una ferita aperta venga esposta all'acqua di mare, o attraverso il consumo di frutti di mare contaminati crudi o poco cotti. Inoltre, secondo il Centers for Disease Control and Prevention, la vibriosi può causare delle infezioni particolarmente gravi e potenzialmente letali, specialmente nelle persone con sistema immunitario compromesso, come nel caso del 71enne sudcoreano.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

In particolare, i soggetti con malattie al fegato, o con il cancro, il diabete, l'HIV o la talassemia sono particolarmente vulnerabili a questo batterio, come affermato dal CDC. 'Molte persone con la vibriosi arrivano all'amputazione degli arti, e circa un quarto delle persone con questa infezione muore, a volte entro un giorno o due dopo aver contratto il batterio', come dichiarato dallo stesso CDC.

Il lavoro dei medici sulla mano del paziente

I medici hanno somministrato al paziente alcuni antibiotici, che però, non hanno sortito alcun effetto. Nel frattempo la mano sinistra dell'uomo si stava aggravando. Anche i successivi tentativi di salvare l'arto sono stati del tutto vani, fino a che i medici sono stati costretti a procedere con l'amputazione dell'arto sinistro dell'uomo. Fortunatamente, quest'ultimo, dopo l'operazione si è subito ripreso ed i medici hanno deciso di dimetterlo nel giro di poche ore.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto