A Pozzallo, in provincia di Ragusa, alcuni migranti si sono spogliati nudi in spiaggia davanti agli altri bagnanti e in presenza di minori. Nel porto siciliano, noto per i frequenti sbarchi di profughi, si è registrato un problema non indifferente in cui il sindaco è stato chiamato in causa. Alcuni bagnanti hanno ripreso con il proprio smartphone alcuni immigrati che stavano facendo il bagno e prendendo il sole nudi sulla spiaggia di Raganzino.

Pozzallo, migranti rimasti nudi in spiaggia

Le fotografie sono state scattate domenica scorsa e hanno immortalato tre cittadini africani senza costume in mezzo agli altri bagnanti.

Alcuni presenti hanno chiesto agli stranieri di coprirsi, vista la presenza di bambini, ma gli stessi si sarebbero rifiutati asserendo che per loro fosse normale: "Fa troppo caldo" avrebbero affermato i tre migranti, oltre a dire che nel loro Paese d'origine è normale farsi il bagno senza costume.

La responsabile donne della Lega del territorio siciliano, che ha pubblicato le foto su Facebook, ha lamentato la mancanza di educazione dei migranti e ha lanciato una provocazione Politica indirizzata alla sinistra: "Li mandiamo a Capalbio?". Il sindaco del comune siciliano, Roberto Ammatuna del Pd, ha dichiarato che il gesto dei migranti non si può non condannare, poiché contrario alle regole di una società civile. Il primo cittadino ha però voluto lanciare una critica al governo, incolpando il ministero dell'Interno di aver trasformato il centro d'accoglienza di Pozzallo in un luogo di permanenza con tempi d'attesa più lunghi.

Ammatuna, pur criticando l'episodio [VIDEO], ha spiegato che per queste persone spogliarsi nudi è pratica abituale nei rispettivi Paesi, ma che "i mediatori culturali devono impedire che si ripetano simili eventi". Proprio a causa di questi episodi e della massiccia presenza di stranieri sul territorio, Pozzallo ne risente dal punto di vista economico: il turismo ha infatti subito un duro colpo negli ultimi anni. Il capo Dipartimento del Ministero degli Interni si è messo in contatto con il sindaco siciliano assicurandogli che a breve un centinaio di ospiti del centro d'accoglienza saranno trasferiti ad altri Paesi [VIDEO]: 50 andranno in Francia e 50 in Germania.

I testimoni oculari dell'accaduto

Alcuni lettori del quotidiano locale Corriere di Ragusa, presenti durante il fatto, hanno scritto al giornale lamentandosi dell'accaduto e spiegando che i migranti senza costume erano inizialmente 5, ma che dopo le prime polemiche due di loro si sono rimessi il costume mentre gli altri tre sono rimasti nudi per molto tempo prima di andare via.