La 59enne Gail Dickinson, residente in Scozia, è accusata di aver avuto dei rapporti sessuali con un 14enne durante le vacanze estive a Ibiza. La donna sarebbe stata colta sul fatto dalla nonna del ragazzino, mentre i due erano in atteggiamenti inequivocabili [VIDEO]sul balcone di un'abitazione a San Antonio, dove stavano trascorrendo le ferie.

Come riporta "Leggo", nel corso dell'udienza la signora, rivolgendosi al giovane, gli avrebbe detto: "Tua mamma pensa che tu sia un bambino, ma so che già sei un uomo".

La nonna scopre l'amica della madre mentre si intrattiene con il nipote

In questi giorni si è aperto il processo nei confronti di Gail Dickinson presso il tribunale di Dunfermline (Scozia).

Secondo "Il Daily Record", la signora sarebbe un'amica della madre del 14enne, e per questo motivo era andata in vacanza con loro, insieme anche alla nonna e ad un altro fratellino del giovane. E sarebbe stata proprio la nonna a scoprire sul fatto il nipote e la 59enne.

L'anziana signora ha spiegato che già nutriva dei sospetti da qualche tempo, poiché in altre occasioni aveva già sentito la donna rivolgersi al ragazzino con delle provocazioni del tipo: "Hai un bel pacco lì". E così aveva deciso di tenere d'occhio l'amica di famiglia, fino a quando non l'ha scoperta mentre stava avendo un rapporto intimo [VIDEO] con il nipote.

Il racconto della nonna del ragazzo

La nonna - come spiegato dal "Daily Record" - in tribunale ha raccontato di aver visto una prima volta la 59enne e il nipote insieme, con quest'ultimo che era parzialmente nudo.

A questo punto ha deciso di separarli, invitando la donna ad andarsene a letto a dormire. Subito dopo è tornata in camera ma, tutto ad un tratto, ha udito dei sussurri provenire dal balcone: quando si è affacciata, ha scorto proprio la Dickinson e il 14enne in intimità. Inoltre ha anche aggiunto che la Dickinson stava "facendo richieste" al giovane amante, e che questi eseguiva quasi come fosse un automa.

La madre del ragazzo, dopo aver appreso quanto accaduto, ha immediatamente allontanato dalla sua famiglia l'amica. In un secondo momento, rientrata dalle vacanze, ha provveduto a denunciare la 59enne. Durante il processo è stato ascoltato anche il minorenne, il quale ha detto che quando si è intrattenuto con la donna era ubriaco, dunque non pienamente in grado di capire cosa stesse succedendo in quegli attimi. Soltanto dopo essere tornato sobrio si è reso conto di ciò che aveva fatto, rivelando di essersene profondamente pentito.