L'artista napoletano Massimo Ranieri ha espresso parole di cordoglio dopo avere appreso la triste notizia della morte della sua ex compagna Barbara Nascimbene, mancata ieri mattina all'ospedale San Camillo di Roma all'età di 59 anni, dopo una breve ma grave malattia. La triste notizia della scomparsa dell'attrice, come riferito da "Il Messaggero" è stata resa pubblica dalla due figlie dell'attrice, Giada e Federica, nate dal matrimonio della Nascimbene con Morris Bendaud, scomparso molti anni fa in un incidente stradale.

Pubblicità
Pubblicità

L'attrice tra pochi giorni avrebbe compiuto 60 anni e il mondo del cinema italiano la ricorda con affetto.Tra gli anni '70 e '80 la Nascimbene era un'attrice affermata, protagonista di diversi film, sia commedie sia più impegnati. Massimo Ranieri, che per dieci anni è stato legato all'attrice, sulla sua pagina Facebook ha espresso parole di grande dispiacere, esprimendo sentimenti di commozione nei confronti delle sue due figlie.

Pubblicità

L'attore napoletano ha inoltre pubblicato sul suo profilo social una fotografia che lo ritraeva insieme all'ex compagna nei tempi della loro relazione. I funerali dell'attrice si terranno domattina alle 9.30 con rito ebraico al Tempio del cimitero di Prima Porta in Roma.

Da "L'esorciccio" a "Identificazione di una donna" diretto da Michelangelo Antonioni

Barbara Nascimbene era figlia d'arte, essendo il padre Sergio un direttore e compositore d'orchestra.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Da giovanissima aveva esordito nel film 'L'esorciccio', parodia de 'L'esorcista', con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, nel ruolo di protagonista. L'attrice aveva anche affiancato Miguel Bosè nel film il 'Garofano rosso' e tra i due all'epoca sembra ci sia stata anche una breve relazione. La ricordiamo inoltre accanto a Lino Banfi nel film 'La liceale seduce i professori' e nel film di Michelangelo Antonioni 'Identificazione di una donna'.

Aveva lavorato con successo anche in televisione, in particolare nel 1982 quale attrice protagonista di una serie Rai tratta dai romani di Liala, e nel nel 1984 quando aveva vinto il prestigioso 'Premio Naxos Oscar Tv' con lo sceneggiato 'Nata d'amore'. Proprio in quell'occasione Barbara aveva conosciuto l'artista napoletano con cui ha vissuto una lunga storia d'amore. Nel 1985 la Nascimbene aveva lavorato in 'I due prigionieri' di Anton Giulio Majano e 'L'ispettore Sarti' di Giulio Questi: sono state le sue ultime prove nella carriera di attrice.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto