Travolti da un Suv e morti praticamente sul colpo. Una vacanza finita in tragedia quella di due giovani turisti francesi di 31 anni, Samuel Aurelien Laporte e Yonenel Ponton, residenti a Echirolles, che hanno perso la vita la scorsa mattina poco prima dell’alba, sulla strada provinciale 73, nel tratto che da Cugnana porta a Portisco, a pochi minuti da Baja Sardinia [VIDEO]. I due giovanissimi, dopo una nottata passata in una nota discoteca della zona insieme ad altri amici (in totale erano nove), intorno alle 6 del mattino hanno deciso di far rientro a casa. E hanno ben pensato di noleggiare un piccolo furgoncino con autista, considerando il numero della comitiva e soprattutto il loro stato abbastanza alterato dall’alcool.

Durante il tragitto di ritorno però, probabilmente a causa delle curve, i due hanno chiesto all’autista di fermarsi, perché non stavano troppo bene. Vengono accontentati, ma nonostante il furgoncino fosse parcheggiato in totale sicurezza in pochissimi secondi, a due passi da tutta la comitiva e sotto gli occhi di tutti, accade la tragedia.

La ricostruzione dei Carabinieri

I due giovani francesi infatti, proprio pochi istati dopo essere scesi dal mezzo che li stava portando a casa, secondo quanto ricostruito dai Carabinieri [VIDEO] vengono infatti travolti da un Suv della Fiat che passava li per caso. Alla guida del fuoristrada italiano c’era un turista di 49 anni, originario di Como. L’uomo, che stava andando a fare trekking, non si è accorto di nulla anche perché la strada era ancora buia a quell’ora del mattino, ma soprattutto perché se li è trovati in mezzo alla carreggiata e nulla ha potuto fare.

Sembra infatti che i due turisti, stanchi dalla serata passata in discoteca con gli amici, abbiano iniziato a discutere tra loro per futili motivi e non si siano accorti di essere finiti al centro della carreggiata, in un punto in cui la visibilità è praticamene nulla.

L’impatto con il Suv della Fiat è stato devastante. Prima un giovane finisce sotto il mezzo, pochi istanti dopo anche l’altro fa la stessa fine. Il conducente del mezzo non riesce nemmeno a frenare e dopo l’impatto si ferma immediatamente per prestare i primi soccorsi. L’uomo viene sottoposto a tutti i controlli di rito, per verificare se nel suo sangue ci siano tracce di droga o di alcol, risultando negativo a tutti i test effettuati dai Carabinieri.

Una tragedia assurda

L’uomo alla guida del Suv è sconvolto, scende dall’auto e si accorge immediatamente della gravità di quello che è appena accaduto. Per questo motivo con il telefono cellulare compone il centralino dei Carabinieri e chiede l’immediato intervento di un’ambulanza.

All’arrivo dei soccorsi le condizioni dei due giovani sono gravissime: l’impatto è stato infatti devastante. Uno dei due muore praticamente sul colpo mentre l’altro, immediatamente soccorso, viene subito rianimato e trasportato con urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di Olbia. Ma purtroppo i medici del nosocomio olbiese nulla possono fare: dopo poco tempo infatti anche il cuore dell’altro giovane smette di battere: troppo violenti i traumi subiti durante l’impatto.

Ora sarà compito dei Carabinieri del reparto territoriale di Olbia, coordinati dal comandante Alberto Cicognani, ricostruire la dinamica del tragico incidente stradale che è costato la vita a due giovanissimi turisti francesi. Nel frattempo, è un atto dovuto assicurano i Carabinieri, il guidatore del Suv dovrà rispondere di omicidio stradale.