2

L'uragano Florence giovedì dovrebbe abbattersi sugli Stati Uniti ed è scattato il piano di allerta. Il presidente Donald Trump e i governatori degli stati minacciati dall'uragano hanno ufficialmente diramato l'evacuazione. Circa un milione e mezzo di abitanti delle coste del North Carolina, del South Carolina e della Virginia dovranno allontanarsi dalle proprie abitazioni e cercare rifugio. Stamattina Florence ha infatti raggiunto la temuta categoria 4 della scala Saffir-Simpson (che misura l'intensità dei venti degli uragani) così come i meteorologi avevano previsto [VIDEO].

I governatori degli stati di Maryland, Virginia, North Carolina e South Carolina hanno dichiarato lo stato di emergenza.

Allerta anche a Washington, che si sta attrezzando nel caso la tempesta si dirigesse più a nord.

Tweets del presidente Trump

Lo stesso presidente degli Stati Uniti Trump con due tweets ha allertato la popolazione, esprimendo la sua preoccupazione e mettendo a disposizione tutto l'aiuto possibile da parte del governo e dei governatori locali.

"My people just informed me that this is one of the worst storms to hit the East Coast in many years. Also, looking like a direct hit on North Carolina, South Carolina and Virginia. Please be prepared, be careful and be SAFE!" (Sono stato informato che questo è uno dei peggiori uragani ad aver colpito la East Coast da molti anni a questa parte. E' diretto su North Carolina, South Carolina e Virginia. Per favore siate pronti, state attenti e rimanete al sicuro!)

"Just had calls with South Carolina Governor Henry McMaster, North Carolina Governor Roy Cooper, and Virginia Governor Ralph Northam regarding the incoming storm.

Federal Government stands by, ready to assist 24/7" (Ho appena parlato con il governatore del South Carolina Henry McMaster, del North Carolina Roy Cooper, e della Virginia Ralph Northam in merito all'uragano in arrivo. Il governo federale è pronto ad un supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7).

Allontanata la flotta militare

Le navi da guerra della Marina degli Stati Uniti sono state fatte allontanare dalla base di Norfolk, in Virginia, per evitare danni. Lo scorso anno ben tre uragani Irma, Maria e Harvey causarono diverse migliaia di morti tra i Caraibi e gli Stati Uniti, in particolare in Texas. Le coste della Carolina del Nord e del Sud sono basse e paludose e il pericolo di alluvioni potenzialmente distruttive è alto. Le abbondanti piogge dei giorni scorsi hanno reso i terreni saturi e questo potrebbe peggiorare la situazione.

Uragani e tifoni

Quali sono le differenze tra un uragano e un tifone? Dal punto di vista scientifico non ci sono differenze: si tratta di un ciclone tropicale che si forma sulla superficie calda dell'oceano, con venti sostenuti fino a 250 km all'ora che girano attorno ad un centro di bassa pressione chiamato "occhio" libero dalle nuvole e visibile dallo spazio.

Attorno all'occhio si formano diversi fronti temporaleschi che girano a spirale attorno al centro, dispensando forti e persistenti precipitazioni lungo il suo percorso. Ma quando un ciclone si forma sull'Oceano Atlantico viene chiamato uragano, mentre quando si forma sulle acque dell'Oceano Pacifico, prende il nome di tifone [VIDEO].

Le previsioni degli esperti dicono che l'uragano Florence non dovrebbe raggiungere la categoria 5, la massima prevista. La tempesta potrebbe comunque aumentare di intensità con l'avvicinarsi alla costa. Le acque davanti alla costa degli Stati Uniti sono più calde della media e questo può rappresentare un fattore di rischio prima del contatto con la terra.