Nella notte tra sabato ventisette e domenica ventotto ottobre 2018 incorreremo per l'ennesima volta nella variazione dell'orario [VIDEO], sposteremo le lancette dell'orologio indietro di sessanta minuti dalle tre di notte alle due per rientrare nell'ora solare e come da programma si dormirà sessanta minuti in più. L'ora solare resterà in vigore fino all'ultimo fine settimana del mese di marzo 2019 quando avverrà nuovamente il cambio.

Forse l'ultimo cambio dell'orario

Questo sempre che la Commissione Europea non decida di mettere in atto la possibilità che in questi mesi ha preso piede, cioè di lasciare libero ogni stato di decidere che ora adottare, abbandonando così il sistema applicato fino ad ora.

La proposta è stata inviata alla Commissione Europea direttamente dal presidente Jean - Claude Junker, proposta la quale dovesse avere esito positivo potrebbe cambiare significativamente le abitudini di molti. La questione abolizione dell'ora legale [VIDEO] era già stata affrontata lo scorso febbraio nel Parlamento europeo ma non è stato trovato nessun accordo. L'ora solare è un trattato per mettere avanti di un'ora gli orologi rispetto all'ora legale per per potere usufruire più a lungo della luce invernale favorendo così il risparmio energetico, mentre l'ora legale non è altro che l'orario di riferimento per ogni stato, cioè il noto fuso orario.

L'uso dell'ora legale nel mondo

Nel 1916 l'Italia adottò il sistema dell'ora legale per la prima volta, ma ufficialmente per legge è entrata in vigore solamente nel 1965 dopo avere constatato che risultava indispensabile per un fabbisogno energetico che aumentava notevolmente.

Al contrario nei paesi della fascia tropicale l'ora legale non è stata messa in pratica semplicemente per via del fatto che le ore di luce in quella zona non hanno una variazione significativa. In rapporto a quello che avviene in Europa nell'emisfero australe la situazione è totalmente inversa, mentre dalle nostre parti si entrerà nell'ora legale in quella parte dell'emisfero entreranno in quella solare. Per quanto riguarda la Russia nel 2014 il presidente Vladimir Putin ha firmato la legge che ha cancellato l'ora legale di tutto il Paese. Legge entrata in vigore nel 2011 e voluta da Dmitri Medvedev che in quei tempi si trovava a capo del Cremlino. Da allora troppi cittadini lamentavano troppe ore buie nelle mattinate specialmente nei mesi invernali.