Il figlio della donna trovata ieri mattina nella sua abitazione di via Isonzo a Olbia in Sardegna è stato sottoposto a visita psichiatrica. Una macabra scoperta che ha coinvolto l'uomo quarantatreenne, il quale ha convissuto col corpo senza vita della madre sessantasettenne Maria Antonia Sanna per sei mesi. La signora era originaria di Monti ma era da tempo residente in città. Da quanto è emerso dal primo esame svolto sul cadavere dal medico legale, pare che Maria Antonia Sanna sia deceduta già da alcuni mesi, probabilmente dal maggio scorso apparentemente per cause naturali in quanto aveva alcuni problemi di salute.

La macabra scoperta è avvenuta per merito di un vicino che ha notato nel 43enne comportamenti strani

La scoperta della drammatica fine della donna è avvenuta per caso: un vicino si è ritrovato costretto a dare l'allarme poichè dall'abitazione in questione provenivano odori malsani e anche perchè aveva sorpreso il figlio della signora Maria Antonia Sanna a dormire nella sua automobile con il motore acceso. All'arrivo della polizia municipale sul posto segnalato dal vicino, il quarantatreenne è stato trovato in evidente stato confusionale, subito dopo è stato invitato ad accompagnare le autorità all'interno della sua abitazione. Lì la drammatica scoperta: nell'appartamento sono stati trovate grandi quantità di rifiuti e il corpo senza vita della madre dell'uomo disteso sul letto quasi mummificato, attorniato da immondizia e topi.

L'uomo è stato trovato in stato di degrado e di confusione mentale

L'uomo, in stato confusionale, ha ammesso che la madre era deceduta già da tempo e ha anche richiesto aiuto. Da quanto emerso sembra che l'uomo quarantatreenne in questi mesi abbia continuato a svolgere le sue mansioni quotidiane, come quella di recarsi al lavoro ogni giorno, come se niente fosse accaduto.

La polizia municipale trovandosi davanti a quel degrado ha fatto intervenire in seguito anche i vigili del fuoco. Poche ore dopo la scoperta il quarantatreenne è stato portato a Tempio Pausania davanti al magistrato per i chiarimenti, ma non ha saputo dare spiegazioni in merito. L'uomo in seguito è stato sottoposto ad una accurata visita psichiatrica, mentre il cadavere della madre dovrà essere sottoposto ad autopsia. La sconcertante vicenda ha lasciato tutti di sasso nel quartiere. Al momento nei confronti del quarantatreenne pare non sia stato attivato nessun provvedimento.