Una scossa di Terremoto di magnitudo 4.1 della scala Richter è stata registrata dall'Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) in Abruzzo alle ore 19,37 di questo 1° gennaio.

L'epicentro del sisma è stato indivduato poco a sud della Piana del Fucina, ad ovest del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e ad est del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, ad appena 3 chilometri dal comune di Collelongo, in provincia dell'Aquila.

Pubblicità
Pubblicità

L'ipocentro dell'evento, secondo le stime preliminari fornite dall'Ingv, sarebbe stato localizzato a circa 17 chilometri di profondità. Le onde sismiche si sono propagate fino a città anche molto distanti, come L'Aquila, 54 chilometri a nord rispetto all'epicentro del sisma, e addirittura fino a Roma, dove il tremore è stato avvertito più fortemente nei quartieri sud-orientali. Panico e gente in strada nelle zone più vicine, situate lungo la fascia appenninica.

Per il momento non risulterebbero danni a cose o persone.

Non perdere le ultime notizie!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa di più oppure scopri qui tutti i Canali. Ti terremo aggiornato sulle novità che non puoi perderti!
Terremoto

Numerose segnalazioni del terremoto da tutto l'Appennino Centro-Meridionale

La scossa di terremoto è stata notevolmente avvertita in una vasta area dell'appennino centro-meridionale, in particolare nelle zone più interne fino, in alcuni casi, in prossimità delle località costiere, sia tirreniche che adriatiche. La scossa, infatti, è è stata avvertita anche sulle coste dell’Adriatico, fino a Pescara e San Benedetto del Tronto. La scossa ha fatto tremare in modo particolare la piana del Fucino, vicino alla località di villeggiatura di Villavallelonga.

Pubblicità

Il sisma e’ stato avvertito anche in tutta la Valle di Roveto e nel Sorano. Nelle zone più vicine all’epicentro, fra cui città importanti come Frosinone, Sulmona e Avezzano, la gente è scappata in strada nonostante il freddo intenso della serata. Sul versante tirrenico alcune segnalazioni giungono da Aprilia, Latina e Terracina.

Il terremoto di stasera non è un evento isolato nell'area nelle prime ore del nuovo anno

Il terremoto di magnitudo 4.1 della scala Richter che ha colpito la Piana del Fucino, in Abruzzo, non è l'unico evento sismico delle ultime ore nella medesima area.

Alle 00.53 di questo primo giorno del "Nuovo Anno 2019" un terremoto più lieve, di magnitudo 2.1 della scala Richter, era stato registrato dall'Ingv poco ad est rispetto all'ultimo fenomeno, nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, 2 chilometri ad ovest del comune di Pescasseroli, in provincia dell'Aquila.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto